Campania/Cronaca/Giustizia/Interno/Mastella

Clemente Mastella rinviato a giudizio

Rinviato a giudizio, ma cade l’accusa più grave. L’ex ministro e leader dei Popolari per il Sud, Clemente Mastella, è stato rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione dell’Arpac, l’Agenzia regionale per l’Ambiente, per le accuse di truffa, appropriazione indebita e abuso d’ufficio. Ma non per quella di associazione per delinquere. Lo ha deciso il giudice dell’udienza preliminare di Napoli, Eduardo De Gregorio, al termine dell’udienza preliminare.
PATRIMONIO FAMILIARE E INCARICHI SOSPETTI. I primi due capi di imputazione contestati a Mastella si riferiscono all’acquisizione al patrimonio familiare dell’europarlamentare di due appartamenti romani di proprietà dell’Udeur nonché della testata giornalistica Il Campanile. L’abuso d’ufficio è invece relativo all’assegnazione di incarichi da parte dell’Arpac. A giudizio anche la moglie di Mastella, Sandra Lonardo, e l’ex assessore regionale Andrea Abbamonte. Il processo comincerà l’11 ottobre davanti alla I sezione del Tribunale, collegio A.  Mastella è tra i candidati a sindaco di Napoli.
«UN BEL RISULTATO». «Un bel risultato. Abbiamo fatto bene a riporre piena fiducia nella giustizia». Così l’avvocato Alfonso Furgiuele, difensore di Clemente e Sandra Mastella, ha commentato l’esito dell’udienza preliminare a carico dei due coniugi. «Bene ha fatto Mastella», ha affermato il penalista, «a presentarsi davanti al suo giudice e a difendersi nel processo».

 

 

Fonte: http://www.lettera43.it/politica/12045/clemente-mastella-rinviato-a-giudizio.htm

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...