Attualità/Cronaca/Futuro e libertà/Gay

Gay, la Moroni: “Sì al matrimonio”

“Se due gay o due lesbiche si amano debbano poter convolare a nozze esattamente come un uomo e una donna”. Dopo le dichiarazioni del deputato Benedetto Della Vedova un altro esponente di Futuro e Libertà esce allo scoperto sulle coppie omosessuali.

La linea dei finiani fuoriusciti dal PdL sui temi etici è nettamente diversa da quella seguita dal partito berlusconiano. Dopo le dichiarazioni del deputato di Futuro e Libertà Benedetto Della Vedova l’onorevole Chiara Moroni, intervistata da Klaus Davi per il suo programma televisivo KlausCondicio, in onda su You Tube, ribadiscae la linea del gruppo che fa capo al presidente della Camera: “Credo che, se due gay o due lesbiche si amano, debbano poter convolare a nozze, nel caso in cui lo vogliano, esattamente come un uomo e una donna. Ci vuole un matrimonio inteso come contratto civile. I DiDoRe proposti da Brunetta e Rotondi li ho giudicati troppo blandi e sono contenta che siano naufragati“.

SI’ AL RICONOSCIMENTO – “Pur essendo pertanto consapevole che proporre una raccolta di firme in Parlamento per i matrimoni gay non contribuirebbe a una serena discussione sull’argomento, credo tuttavia -ha puntualizzato l’esponente del gruppo dei finianiche una giusta mediazione per una iniziativa parlamentare in tal senso consista nel riattivare una legge sui Pacs che possa essere declinata sia per le coppie etero che per quelle omosex. In Francia tantissime coppie eterosessuali fruiscono di tale strumento, ma questo in Italia non viene detto. Impedire a priori le unioni gay e’ una forma di discriminazione inaccettabile“. E, alla domanda di Klaus Davi “Lei ritiene che l’amore gay sia uguale all’amore etero?“, Chiara Moroni ha risposto: “Assolutamente si’. Parlare di inferiorita’ etica degli omosessuali e’ aberrante. Chi semina odio contro l’amore gay non e’ un democratico e costruisce cittadini di serie B“.

C’E’ BISOGNO DI UNA LEGGE – “E’ assolutamente grottesco che l’ Italia resti l’ultimo paese d’Europa che non ha una legge civile sulle coppie di fatto anche gay“, aveva detto Della Vedova l’8 agosto scorso. E spiegava: “A mio avviso la proposta sui Didore era troppo timida soprattutto se rapportata a quanto accade nel Centro destra europeo. Nessun Governo di Centro destra in Europa ha mai cancellato leggi che ha trovato sulle unioni omosessuali. Per questo su questo fronte annuncio una iniziativa a carattere parlamentare cercando di coinvolgere in essa anche il mio nuovo gruppo, che riprenda in mano il tema senza confinarlo nella maggioranza ma allargandolo a tutte le forze parlamentari perché sarei felice perché questa legislatura possa dare vita a una legge civile sulle coppie di fatto anche gay“. (giornalettismo.com)

Red

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.