Cronaca/Interno

Sarah Scazzi: La Corte di assise ha respinto la richiesta di sospensione della custodia cautelare per Cosima e Sabrina

La Corte di Assise di Taranto, martedì 17 gennaio, ha respinto la richiesta della Procura di sospendere i termini di custodia cautelare nei confronti di Cosima Serrano e Sabrina Misseri, accusate dell’omicidio di Sarah Scazzi. I termini scadono il 21 maggio 2013.
Si è svolta la seconda udienza del processo per l’omicidio di Sarah, che vede imputati dinanzi alla Corte di assise nove imputati. In aula si sono presentati i tre imputati principali, ovvero Cosima, Sabrina e Michele Misseri, che risponde della soppressione del cadavere.
Arrivato assieme alla sua fidanzata Virginia Coppola, doveva deporre anche Ivano Russo l’amico comune di Sarah e Sabrina del quale le due donne si sarebbero invaghite ma per il protrarsi dell’audizione di altri due testimoni, la deposizione è slittata a martedì 31 (data della prossima udienza).
SABRINA E L’AMORE PER IVANO RUSSO. Ma non solo lui. Importanti rivelazioni anche da Stefania De Luca, amica di Sabrina: «Era profondamente interessata a Ivano e sperava che potesse nascere tra loro qualcosa sul piano sentimentale, tanto da fare spesso controlli e appostamenti per vedere se il giovane usciva con altre ragazze».
Il teste ha confermato, rispetto a quanto dichiarato a suo tempo agli investigatori, anche l’episodio del presunto litigio tra Sarah e Sabrina la sera del 25 agosto 2010, poche ore prima che la quindicenne venisse uccisa. De Luca lo avrebbe saputo dalla stessa Sabrina incontrandosi con lei e Sarah in un pub di Avetrana. Qui Sabrina avrebbe detto di aver litigato con Ivano, dicendo ironicamente che ora lui parlava solo con Sarah. «Quella si vende per due coccole», avrebbe ripetuto per due volte Sabrina riferendosi a Sarah.
«MAI VISTO LITIGARE LE DUE CUGINE». A prestare la sua testimonianza, anche Angela Cimino, amica di Sabrina: «Non ho mai visto litigare Sabrina con Sarah, lei era anche molto protettiva perché Sarah era più piccola. Probabilmente anche Ivano aveva un atteggiamento simile». Cimino ha confermato l’episodio, riferito agli inquirenti il 30 novembre 2010, di una sera di fine agosto in cui Ivano la stava accompagnando a casa assieme a Sarah. A Cimino arrivò un sms di Sabrina nel quale era scritto: «Fammi sapere chi accompagna prima a casa». Per la procura la circostanza confermerebbe la gelosia provata da Sabrina per tutto ciò che riguardava Ivano.

Fonte: http://www.lettera43.it/cronaca/36721/sarah-custodia-cautelare-per-cosima-e-sabrina.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.