Cronaca/Interno

Processo Sarah Scazzi, biologa: “Orario morte da posticipare di 90′”

TARANTO – E’ stato aggiornato al prossimo 2 ottobre il processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, ripreso oggi dopo la pausa estiva. In quella occasione saranno sentiti tre imputati: l’avvocato Vito Russo, che risponde di favoreggiamento personale e intralcio alla giustizia, Carmine Misseri e Cosimo Cosma, accusati di concorso in soppressione di cadavere.

Nell’udienza del 23 ottobre toccherà a Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri, e alla loro figlia Sabrina; le due donne sono accusate di omicidio volontario, sequestro di persone e soppressione di cadavere in concorso tra loro e con Michele Misseri, Carmine Misseri e Cosimo Cosma. Nell’udienza odierna uno degli imputati, Antonio Colazzo, accusato di favoreggiamento personale, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

ORARIO MORTE DI SARAH DA POSTICIPARE – L’orario della morte di Sarah Scazzi andrebbe posticipato di un’ora e mezza-due ore e quindi indicato tra le 15.30-16.00 e non fissato alle 14-14.10, come stabilito dalla Procura. Lo ha affermato al processo la biologa Valeria Scazzeri, che ha eseguito una perizia di parte, affidatale dall’avvocato Raffaele Missere, difensore di Cosimo Cosma, in relazione alla durata della digestione delle vittima, prima che venisse uccisa. Cosimo Cosma è nipote di Michele Misseri ed è accusato, insieme allo stesso e al fratello di zio Michele, di soppressione di cadavere.

Sarah, il 26 agosto 2010, prima di raggiungere casa della cugina Sabrina Misseri, mangiò nella propria abitazione in tutta fretta un cordon bleu. Secondo quanto asserito dalla biologa, per digerire l’alimento la ragazzina avrebbe dovuto impiegare 90-120 minuti, e non è possibile che lo abbia digerito in 30-40 minuti come affermato dal medico legale Luigi Strada nella perizia autoptica disposta dalla Procura.

Nel corpo di Sarah in avanzato stato di decomposizione vennero rinvenuti, secondo la perizia autoptica, solo 20 cc di liquido grigiastro, forse derivante dalla putrefazione di una mucosa, mentre la biologa ha contestato l’assenza dell’esame dell’intestino della vittima da parte del medico legale. Secondo la biologa, se al momento di ingerire il cordon blue l’intestino di Sarah era completamente libero, per digerirlo completamente sarebbero potute occorrere anche 6-7 ore dal momento dell’ ingestione.

I pm hanno consegnato alla corte una nota aggiuntiva di relazione del professor Strada e non è escluso che la corte decida di riascoltare il medico legale in aula in una udienza successiva.

L’udienza odierna del processo era iniziata con l’interrogatorio di Anna Scredo, imputata di favoreggiamento personale nei confronti del cognato Giovanni Buccolieri. In aula erano presenti Cosima Serrano e la figlia Sabrina Misseri, zia e cugina della vittima, accusate dell’omicidio, e Michele Misseri (marito di Cosima Serrano e padre di Sabrina) che risponde della soppressione del cadavere; non c’era Concetta Serrano, madre di Sarah e sorella di Cosima.

In apertura di udienza la corte ha preso atto del deposito da parte del perito delle trascrizioni delle intercettazioni ambientali riguardanti Cosima Serrano e Sabrina Misseri.

Anna Scredo ha riferito di aver saputo dalla madre che il cognato, il fioraio Giovanni Buccolieri, si trovava nei ‘casinì per colpa di un sogno; aveva cioè sognato che Sarah veniva strangolata con una corda nell’auto di Cosima Serrano. Buccolieri è indagato in procedimento connesso per false informazioni al pubblico ministero. Secondo gli inquirenti, il fioraio prima riferì di aver visto in strada Cosima costringere Sarah a salire in auto, dove forse c’era un’altra persona, ma due giorni dopo disse che era tutto frutto di un sogno.  (lagazzettadelmezzogiorno.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.