Cronaca/Giustizia/Interno

La Cassazione condanna un sindaco già morto da un anno

AGRIGENTO – La sentenza di condanna per diffamazione è stata emessa dalla Cassazione lo scorso 18 settembre, nei confronti dell’ex sindaco di Campobello di Licata, in provincia di Agrigento.

Peccato che Calogero Gueli, ex primo cittadino siciliano fosse già morto da più di un anno. La Cassazione ha processato e condannato Gueli lo scorso 18 settembre, a più di un anno dal suo decesso, avvenuto il 17 luglio 2011.

Stando alle disposizioni del codice penale però, al titolo VI, capo I, art. 150 recita: “La morte del reo, avvenuta prima della condanna, estingue il reato”. Per questo non risulta chiara l’intenzione del giudice nell’emanare l’atto quando l’ex sindaco era già deceduto.

Le motivazioni della sentenza sono state depositate, anche con condanna per l’imputato, oggi defunto, al pagamento delle spese processuali. Il decorso della giustizia non sempre viaggia al passo con i tempi.  (youreporternews.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.