Cronaca/Interno/Politica

Matteo Renzi: “Il governo Letta? Non dura molto”

CORO DI CRITICHE CONTRO RENZI;PD NON E' UN TAXI PER P.CHIGI“Io non credo che questo accordo col Pdl possa andare avanti molto: io voglio bene a Letta, ma tutti i giorni deve parlare con Brunetta e Schifani”. Così Matteo Renzi, alla festa del Pd di Carpi, ha parlato della tenuta del governo Letta. “Detto questo se fa bene io sono l’uomo più felice del mondo,anzitutto come cittadino italiano”.

Sulle regole del congresso, il primo cittadino di Firenze ha detto: “Troverei sbagliato cambiare le regole in corsa, le regole ci sono già, sono quelle che hanno portato all’elezione di Bersani. E farei votare come si è sempre fatto i sedicenni respingerli sarebbe un brutto segnale: però parlando di problemi veri”. Renzi ha aggiunto: “Questa non è la rivincita della volta scorsa, io quelle primarie le ho perse. Se correremo per la segreteria lo faremo ragionando concretamente per quello che serve per l’Italia”.

Il Pd è una “squadra”, è l’unico partito, ha spiegato Renzi, che vive a prescindere dalle sorti del leader, ma questo non significa che non abbia bisogno di una guida forte, un leader in grado di far ‘vincere’ questa squadra. “No, non mi sento un leader. Ma credo che i leader in politica servano. C’è una discussione anche tra di noi, al nostro interno. Il Pd è l’unico partito che prescinde dal leader, il Pdl se togli Berlusconi… vengono giù; Scelta civica è molto legata a Mario Monti; anche dalla nostra parte dello schieramento: Sel… facciamo fatica a individuare bene cosa è, ci sono ottimi parlamentari e amministratori ma tutti pensiamo a Vendola. Il M5S a maggior ragione”. Renzi poi ha aggiunto: “Da noi non è così e questo è un fatto molto positivo. Io credo al Pd come a un luogo dove si fa comunità. Credo però che questo non significhi che non possiamo avere qualcuno che ci guida, ho avuto una discussione con Bersani su questo. Lui dava un’espressione brutta dell’uomo solo al comando, io ho ricordato che l’uomo solo al comando non è un’espressione brutta: nel ’49 c’era Fausto Coppi. Penso che il Pd debba essere una bella squadra, ma non possiamo nemmeno pensare che si passi il tempo a litigare tra i vari capicorrente”. Serve qualcuno capace “di portarci per una volta a vincere”.

Il sindaco di Firenze torna poi sul caso degli insulti razzisti lanciati da Roberto Calderoli al ministro Cecile Kyenge. Calderoli, ha detto Renzi. “definirlo uomo politico mi pare eccessivo, ha detto cose vergognose: in un paese civile va a casa e va a casa per sempre”.

Fonte: http://www.huffingtonpost.it/2013/07/15/matteo-renzi-governo-letta-non-duri-molto_n_3599738.html?utm_hp_ref=italy

One thought on “Matteo Renzi: “Il governo Letta? Non dura molto”

  1. Sembrerebbe dai discorsi che da un po tempo si appresta a fare, che abbia una forma di egocentrismo di natura assai presuntuosa, posso sperare che gli passi e che scenda da quel pulpito, per indossare i panni del cittadino comune. Come erede di La Pira, alla guida di Firenze dovrebbe anche ricordare le virtù di quell’Uomo che dell’umiltà ne fu maestro. Fin quando Renzi ha ragionato con la sua testa ha ricevuto vari consensi, ma a quanto possa sembrare oggi ha un processore chiamato “baffetto” e per la sua arrogante simpatia la sta trasferendo a Matteo e questo sta scivolando nei metodi e nella cultura di quello che fu il vecchio partito comunista. Gli inchini e il baciamo alla signora di Germania, sta a dimostrare la sua debolezza e la sua fragilità e la nostra sudditanza ad essa e non è bello. Circa il Silvio forse un giorno conosceremo le vere verità e mi sorge il dubbio se tante di quelle cose dette e fatte non siano il frutto di tanti raggiri che la politica mette in atto per liberarsi di un un avversario e non sarebbe la prima volta. Tolto di mezzo Silvio secondo lui il PDL è finito, credo che siano elocubrazioni e una speranza di chi è sulla scena politica da troppi anni facendo la vittima e nel sostenere che le cose non vanno sia colpa dell’avversario.
    Il popoletto quello etto che in genere costituisce la base del PCI oggi PD ci crede pure in base al martellamento costante delle proprie strutture organizzative e credo basterebbe assai poco, che proprio quella base capovolga, le sue aspettative.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.