Cronaca/Interno/Politica

Renzi contro il rischio di deriva neocentrista

matteo-renzi-rottamatore-130912200527_bigLa fiducia incassata dal tandem di VeDrò – Enrico Letta & Angelino Alfano – è senza dubbio una vittoria. Restano da considerare però due aspetti. Se la giornata del 2 ottobre abbia rappresentato davvero la sconfitta definitiva di Silvio Berlusconi e se l’asse rinvigorito di scuola democristiana non metta in realtà i bastoni tra le ruote alla corsa di Matteo Renzi alla premiership.
Letta senza dubbio avrebbe preferito un Cavaliere relegato con i suoi falchi all’opposizione. Non a caso il premier si è affrettato a sottolineare di avere i numeri dalla sua, l’unica arma per disinnescare i ricatti e le minacce del Caimano. Però l’avversario resta lì, seduto nei banchi della maggioranza.
Matteo Renzi dal canto suo aveva posto subito la sua firma al piano «rottamatore» di Alfano e Letta. Ora però deve dimostrare di essere uno degli azionisti di riferimento dell’esecutivo, resistendo alle spinte neocentriste.
IL RISCHIO DI DERIVA NEOCENTRISTA. Il sindaco di Firenze lo avrebbe pure ammesso con i suoi: «So che c’è chi tenta un’operazione di questo tipo. Che si pensa a una legge proporzionale, ma quando sarò eletto alle primarie porrò il problema come segretario del Pd: noi saremo per il bipolarismo senza se e senza ma, non vogliamo il ritorno all’antico e alla prima Repubblica, non vogliamo che un sistema elettorale che istituzionalizzi le larghe intese, e non ci sono ex democristiani che tengano».
I suoi, però, sono più prudenti. Non vedono una vittoria chiara. «C’è ancora qualche problemino», ha osservato Paolo Gentiloni. «Se volevano dire che è nata una maggioranza diversa, per il momento non possono».
LA RESISTENZA DI FIORONI. Si apre dunque un nuovo fronte all’interno del Pd? Sicuramente a dare filo da torcere a Renzi ci ha pensato, per l’ennesima volta, Beppe Fioroni. Che nella riesumazione di una sorta di Balena bianca crede fermamente.
«In questo modo asfaltiamo anche Renzi», ha ammesso l’ex popolare. Che punta sulla premiership di Letta e su un eventuale candidato ex democristiano al congresso.
RENZI E L’ASSE DI SINISTRA. Così l’ex rottamatore ha cominciato a mettere in campo le contromosse. Il 2 ottobre ha incontrato Nichi Vendola a Roma. Lo ha invitato a lavorare insieme, anche in Aula. Le diverse posizioni sull’esecutivo non devono dividerli, è stato il ragionamento.
Un asse insomma che vira a sinistra. E che va rafforzato. Non è un mistero, infatti, che anche in casa ex Ds stia crescendo la preoccupazione per un’eventuale intesa tra cattolici che ha trovato nuova spinta nel governo e che potrebbe sottrarre consensi al Pd.
CUPERLO: «PPE ITALIANO POLO DI ATTRAZIONE». Non lo nasconde nemmeno il candidato alla segreteria Gianni Cuperlo. «La rivoluzione» del centrodestra, ha sottolineato, «investirà anche il Pd. Perché la nascita di una forza del Partito popolare europeo in Italia sarà un polo di attrazione anche per alcuni dei nostri». Uno scenario che, per il dalemiano, non è detto sia per forza negativo visto che, archiviato il ventennio berlusconiano, «la sinistra farà la sinistra e la destra la destra».
A prendere le distanze dal Pdl «dissidente» è stato pure il segretario democratico Guglielmo Epifani. Soddisfatto sì per la nascita di un centrodestra in chiave europea e parzialmente deberlusconizzato, ma anche preoccupato – sebbene lui continui a negarlo – che le larghe intese si cronicizzino, impedendo le riforme necessarie. E condannando l’esecutivo all’immobilismo.

Fonte: http://www.lettera43.it/politica/renzi-contro-il-rischio-di-deriva-neocentrista_43675109968.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.