Cronaca/Interno

Umberto Eco attacca il web: “Internet? Ha dato diritto di parola agli imbecilli”

Umberto Eco all'incontro con Roberto Saviano durante il XXVI Salone internazionale del Libro al Lingotto, Torino, 18 maggio 2013. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Umberto Eco all’incontro con Roberto Saviano durante il XXVI Salone internazionale del Libro al Lingotto, Torino, 18 maggio 2013. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli”. Parola di Umberto Eco che attacca così internet dopo aver ricevuto all’Università di Torino la laurea honoris causa in “Comunicazione e Cultura dei media”. “Prima – ha detto Eco – parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli”.

Per Eco il web sarebbe un vero e proprio “dramma” perché promuoverebbe “lo scemo del villaggio a detentore della verità”. La struttura di internet, secondo Eco, favorirebbe infatti il proliferare di bufale. E in proposito ha affermato anche che il ruolo dei giornali in tal senso è importante perché dovrebbero “filtrare con équipe di specialisti le informazioni di internet perché nessuno è in grado di capire oggi se un sito sia attendibile o meno”. Per fare questo “i giornali dovrebbero dedicare almeno due pagine all’analisi critica dei siti, così come i professori dovrebbero insegnare ai ragazzi a utilizzare i siti per fare i temi”, ha detto Eco riferendosi al fenomeno della copiatura dal web.

Per il professore la laurea honoris causa è stata un ritorno alle origini. Proprio qui, infatti, anel 1954 si era laureato in Filosofia. “La seconda volta nella stessa università, pare sia legittimo, anche se avrei preferito una laurea in fisica nucleare o in matematica”, ha scherzato Eco.

Fonte: http://www.huffingtonpost.it/2015/06/11/umberto-eco-internet-parola-agli-imbecilli_n_7559082.html?utm_hp_ref=italy

3 thoughts on “Umberto Eco attacca il web: “Internet? Ha dato diritto di parola agli imbecilli”

  1. Solamente un vecchio rudere come Eco la poteva pensare cosi’.Gli imbecilli sono Bologna nella sua Università ed uno se legge quello che scrive si chiama Clo che ha dato dell’imbecille a me che gli ho detto che sbagliava dati sulle rinnovabili.Poi Eco non lo sa ma internet delle cose ci permette di levare le aluvioni e se a Genova hanno bocciato Paita perchè era come Eco ,ignorante in internet delle cose antialluvioni.Forse a Bologna è scoppiata la gattopardite,dei vecchi guru che per mantenere vecchie posizioni,dicono castronerie contro il nuovo in tecnologia.Bologna culla dei fossili e antidigitali.Bene,rinunceremmo a Bologna grassa!

    dr.Pier Luigi Caffese

  2. Come si fa a non dare ragione ad Umberto Eco! Il pensiero nazional-popolare, amplificato da internet è in linea con le nuove tecnologie e con il progresso (!), è la democrazia partecipativa di cui l’imbecillità è una componente. Ne abbiamo già sperimentato un esempio con la moltitudine di auto e moto: siamo comunque sopravvissuti.

  3. Questo fiancheggiatore del noto criminale ebreo (israeliano??? ah ah ah ah ah) Ariel Sharon dovrebbe avere il buon gusto di tacere….forse perde il controllo (mangi troppo panzone,..hai bisogno di una purga mentale e nono solo intestinale) dato che i giovani non comperano più i suoi deliri “intellettuali e sionistici”.
    Ricordo a tutti (perché capiate di che personaggetto sionista si sta parlando) che costui andò a Gerusalemme nel 2002 (mentre l’esercito dello stato cosiddetto ebraico sterminava in Palestinesi) a ricevere un “premio” (in danaro) dal criminale di guerra Ariel Sharon (ora morto). Bell’esempio di onestà….è attaccato ai soldi questo vegliardo sionista…..diffidate dei suoi luoghi comuni…..è fuori tempo oramai….non è così caro amico dei sionisti?????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.