Cronaca/Interno/Mondo/Politica

La Germania contro il “Club Med” organizzato da Tsipras ad Atene, con Renzi a fare da comparsa

club-med-atene-tsipras-renzi-833510(di Ivo Caizzi per Corriere della Sera) – Il centrodestra tedesco, favorevole a rigidi vincoli Ue di bilancio e alla leadership incontrastata di Berlino in Europa, ha contestato il vertice anti-austerità organizzato ad Atene dal premier greco di estrema sinistra Alexis Tsipras con l’adesione di sostenitori della flessibilità eurosocialisti come il presidente francese Francois Hollande e il premier Matteo Renzi.

Schauble contro Euro-Med: «Dai leader socialisti niente di intelligente»

Durante l’Eurogruppo/Ecofin informale a Bratislava il responsabile delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha commentato in modo molto duro. «Credevo fosse una riunione di leader di partito e non commenterò su questo – ha detto Schaeuble -. Quando i leader socialisti si incontrano, per lo più non viene fuori nulla di molto intelligente».

Il presidente dei 19 ministri finanziari dell’Eurogruppo, l’olandese filo- Berlino Jeroen Dijsselbloem, pur usando toni diplomatici sul summit anti-austerità ad Atene, ha ventilato una sospensione dei prestiti per 2,8 miliardi di euro attesi dalla Grecia nell’ambito del piano di salvataggio, se Tsipras non recupererà «il tempo perso» non attuando molte misure di rientro nei vincoli di bilancio concordate con Bruxelles.

Weber (Ppe) contro Renzi, Hollande e Tsipras

Il leader tedesco dei deputati europopolari e referente della cancelliera Angela Merkel nell’Europarlamento, Manfred Weber, ha attaccato frontalmente Hollande e Renzi per la loro partecipazione al vertice in Grecia.

Weber ha contestato al premier ellenico i «soliti giochetti» per evitare di attuare le misure di austerità. Ha aggiunto che «il presidente Hollande – probabilmente per motivi di politica interna – e il primo ministro Renzi stanno consentendo a Tsipras di manipolarli» e che non dimostrerebbero «senso di responsabilità» aderendo alla riunione anti-austerità ad Atene.

L’eurodeputato tedesco Markus Ferber ha definito «Club Med» l’accordo in embrione sulla flessibilità di bilancio tra Grecia, Italia, Francia, Portogallo e altri Stati mediterranei, che consentirebbe «ai Paesi del Sud Europa di organizzare una minoranza di blocco in grado di fermare a Bruxelles tutti i provvedimenti non graditi».

Il commissario Ue tedesco Gunter Oettinger, merkeliano di ferro, si è schierato in una intervista contro un possibile fronte comune dei governi mediterranei. A Bratislava Schauble ha anche respinto le critiche dei colleghi del Sud sui surplus commerciali eccessivi della Germania, che frenano la ripresa nella zona euro.

Il ministro tedesco, secondo indiscrezioni del quotidiano Handelsblatt di Dusseldorf , avrebbe addirittura scaricato la responsabilità sulla Bce di Mario Draghi, che con la sua politica monetaria accomodante ha deprezzato l’euro e favorito così l’export tedesco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...