Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Marcello Veneziani: “Guerre stellari”

beppe-grillo-al-circo-massimo-599569(di Marcello Veneziani – il Tempo) – Caro Grillo, per salvare il Movimento 5 Stelle stai dando il colpo di grazia a Roma. Per rimettere insieme i quattro amici al bar del tuo direttorio, stai sacrificando la Capitale e il suo popolo. Non ripeterò come già ti hanno detto tutti, il grave danno che fai a Roma facendo perdere opportunità, investimenti e posti di lavoro. No, ti dirò invece cosa si perde Roma con le Olimpiadi su altri piani e quali danni politici stai facendo.

In una città divorata dai topi e dall’immondizia, dal traffico e dal malaffare, il traguardo delle Olimpiadi era uno spiraglio, un’aspettativa di resurrezione, un’iniezione di fiducia e una fiaccola di spirito nascente. Negare le Olimpiadi significa ridurre Roma a vivere il suo declino nella marginalità e nell’irrilevanza con disperazione, scendere la china del degrado a piedi scalzi. È come dire, Roma è incurabile, sospendete le cure. Roma non è poi una città come le altre, vive nell’eccezione, nella grandezza, nel mito e nel sacro. Non può sottrarsi a un’impresa grandiosa. Non può abdicare al suo ruolo di Caput Mundi. Deve mettersi in gioco, deve accendere i fari. Lo fa da millenni.

Sul piano politico poi hai preso due bubboni con una fava. Perché da una parte ti sei rivelato seguace di Mario Monti, l’uomo triste dei poteri forti, che prima di te non voleva le Olimpiadi a Roma, perché a lui interessava più la contabilità che la gente, il lavoro, la rinascita, la gioia, la gloria e la storia. E dall’altra hai dato al Mago Renzi Potter l’occasione per sfoggiare i suoi numeri migliori di prestigiatore, mostrando che i No non portano da nessuna parte e che bisogna arrestare i ladri, non Roma.

Infine, con la cintura di castità che vuoi mettere a Roma per farla morire illibata, stai compiendo un grave danno ai sentimenti dei romani perché stai uccidendo in loro il sogno di rivivere in età grave quel che fu il sogno vissuto o raccontato nella loro infanzia, quando a Roma ci furono altre Olimpiadi, e Roma tornò grande dopo anni di ricostruzione e affanni. Su, Grillo, torna al cabaret con la tua satira rabbiosa, torna a Genova col tuo braccino corto. Ma lascia che Roma viva, muoia e risorga per conto suo.

Annunci

2 thoughts on “Marcello Veneziani: “Guerre stellari”

  1. Certo, è molto più (ap)pagante stare dalla parte di quattro miliardari alle Olimpiadi, piuttosto che di quattro amici al bar…

  2. I romani sono un po’ più intelligenti e responsabili, per fortuna, di chi ha scritto l’articolo: sognano così tanto le olimpiadi che hanno votato la Raggi con un plebiscito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...