Campania/Cronaca/Interno

Chiara Costanzo eccellenza da tutelare per la cultura casertana

20160919_204325CASERTA. Chiara Costanzo la giovane professoressa di lingua araba. La  professoressa  con la sua determinazione culturale, oggi ”da voce ai nostri giovani e meno giovani”, alle loro emozioni, alle passioni, ai  talenti, che con voglia di fare e nonostante tutto riescono ad emergere nella ricerca, nelle arti, nella creatività, nell’impresa culturale,  la sua formazione ci racconta anche la fatica di trovare lavoro o dare vita a un’attività culturale che  in una città  fa scontare a noi tutti  il conto quotidiano dei vizi e degli errori delle precedenti generazioni e quello di una crisi globale finanziaria che ha portato al fenomeno allarmante della “fuga di cervelli” italiani, vera e propria piaga dai risvolti economici, ma indubbiamente anche culturali.

L’idea di Chiara nasce con  “Araboce” una realtà linguistica dove ogni studioso può capire   la vera cultura mediorientale. Grazie a Chiara, noi tutti abbiamo la possibilità di capire  le storie dei nostri giovani talentuosi: storie che, “nel bene e nel male”, faranno emergere “tutto ciò che appartiene al cuore profondo della nostra Caserta: dentro le case, in università e in azienda, il gusto ritrovato della fatica delle nuove generazioni e l’interesse che riaffiora per l’Italia”. Da Chiara  Costanzo  ancora  potremo capire le bellezza positiva degli Arabi, ma soprattutto potremo immergerci nella divina essenza di ciò che c’è di bello nella lingua mediorientale. Noi continueremo  segnalare  il talento e gli sforzi delle nostre eccellenze culturali che oggi si misurano ogni con i sentimenti egoistici della nostra licenziosità. Bisogna  fare in modo che i cervelli migliori restino e possano dire la loro”, scegliendo l’Italia “non perché è il nostro Paese, ma perché è il luogo al mondo dove si lavora e si vive meglio”.

Oggi chiediamo alle istituzioni casertane  di inserire la sezione “Nuove Generazioni” nelle politiche giovanili di qualsiasi amministrazione comunale, chiediamo di finanziare con risorse le attività come quelle che la professoressa Chiara Costanzo da sempre svolge sul territorio di Caserta. Caserta deve vivere  con il “MANIFESTO DELLA CULTURA” .  “Senza  cultura, niente sviluppo”, se non c’è approccio con il Terzo Settore- oggi  scateneremo un dibattito di altissimo profilo sul rilancio economico del Paese attraverso la cultura.

Oggi il rilancio economico del Paese passa anche attraverso il racconto dell’esperienza di  vita di  questi giovani studiosi il  quale, come ricordato vanno tutelati  attraverso  vari  impegni che dovranno essere presi  con la nostra società: Osserviamo che da tempo la professoressa  Costanzo  – pone da sempre grande attenzione sui progetti,  suoi risultati,  sulle tradizioni, e sulle implicazioni pratiche dei finanziamenti alla ricerca sia in ambito culturale  che linguistico.

La sua storia culturale  rappresenta una testimonianza  “vincente”.

L’obiettivo è quello di spiegare a un pubblico più ampio possibile la direzione, le poste in gioco e il valore della scoperta della cultura linguistica araba, che  oggi rappresenta  anche impegno pubblico e impresa comune, per il rilancio della collettività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...