Cronaca/Interno/Politica

La conferma che il governo Renzi ha un garante/badante chiamato Napolitano

napolitano-renzi-boschi-616867(dagospia.com) – Non è propriamente montessoriana la scuola di Politica a cui Giorgio Napolitano ha iscritto Matteo Renzi. Così, all’insegna del “quanno ce vò, ce vò”, gli assesta uno schiaffone sul Corriere per come il premier cazzone si è comportato a Bratislava.

Ha messo i gomiti sul tavolo il ragazzo. O peggio. Ha mancato di rispetto al duo Juncker-Merkel: amici di King George, tant’è che quando vengono a Roma lo vanno sempre ad omaggiare. Matteo non si può permettere – dice Giorgio – di dire che sugli immigrati “l’Italia ce la può fare da sola”.

Soprattutto non può dirlo se a coprirgli le spalle in Europea e in Italia è sempre lui. E’ l’ex presidente che ha contattato uno per uno i giudici della Consulta per rinviare il giudizio sulla legge elettorale. Ed è sempre lui a parlare con Mario Draghi e con la Commissione europea per mitigare (senza grandi successi, però) i giudizi internazionali sull’Italia.  Insomma, con il suo atteggiamento da Rodomonte, con la sua fissazione del referendum, Renzi sta sputtanando il suo “Santo Protettore”.

Così, per essere più chiaro sottolinea che solo in Ungheria c’è un altro premier che dice che può fare a meno dell’Europa. Si chiama Victor Orbàn. E tutti pensano sia una specie di dittatore. Chissà perchè Renzi è soprannominato il Ducetto di Rignano.

Giorgio Napolitano è il “Grande Vecchio” di questa legislatura. E se prende una paginata sul Corrierone per dire la sua, vuol dire che Matteuccio non lo è stato a sentire durante i colloqui riservati.

Il messaggio dell’”uncrowned king” ha un doppio fine. Da una parte rendere pubblico il suo malessere nei confronti del premier. Dall’altra, inviare un segnale alle varie cancellerie per dire: vedete, anch’io lo sto mollando.

Resta da capire se lo schiaffone “non montessoriano” servirà a far cambiare rotta al Ducetto. E per capirlo basterà una settimana: quando il governo presenterà il quadro di finanza pubblica.

Se Matteuccio capisce la lezione, abbasserà la testa e la smetterà di “provocare” Bruxelles. In caso contrario, è meglio che dà un’imbiancata alle stanze di Pontassieve.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...