Campania/Cronaca/Interno

Caserta: Ciao Jarmusch. Finisce l’epopea dello storico locale di via Battisti. Termina un pezzo di storia della cultura casertana

20161002_194311CASERTA. Il 31 ottobre, dopo diciotto di anni di stupenda  attività culturale,  ed artistica,  lo Jarmusch chiude i battenti, salutando  la  città di Caserta.  La notizia, ha colpito deludendo  tutti  gli assidui frequentatori del club. La comunicazione della chiusura   è  stata annunciata nella giornata di Sabato.  Il mese di ottobre sarà l’ultimo mese di eventi  per il locale di via Battisti,  l’unico della provincia  di <Terra di Lavoro> ad aver ospitato musicisti, seminari, cineforum,  concorsi  poetici  di  fama internazionale, mostre di pittura . Tutti questi eventi  hanno contribuito  assiduamente  alla diffusione  di  nuove  realtà artistiche ancora sconosciute.  Lo Jarmusch,  nasce il 12 giugno 1998, ha ospitato esibizioni live di  artisti di grande spessore, rendendo Caserta un centro culturale  in cui l’arte ha unito senza discriminazioni  ed appassionato, il cuore di qualsiasi spettatore presente all’interno del locale.  Dal rock al blues, dal punk al jazz fino ad arrivare agli eventi della conoscenza della lingua araba con l’associazione <Araboce> della presidentessa Chiara Costanzo. Ricordiamo ancora lo spettacolo della danzatrice del ventre Yasmin Dell’Aquila, ed  il concerto della testimonial e presidentessa del Movimento Internazionale della Pace Agnese Ginocchio. Il  locale di Sossio Lupoli ha creato spettacoli,  ed eventi  non solo musicali, che in questi anni hanno abituato la città ad un nuovo modo di apprendere il vero senso dell’arte.  Dopo lo strepitoso  successo ottenuto il 30 settembre, con l’esibizione di “Shanna Waterstown” voce fantastica  che ha dato inizio ai  concerti importanti  come quelli di James Brown, e Buddy Guy, l’idea di una chiusura definitiva non viene ancora accettata dai fans del locale di via Battisti.
Prima che arrivi il tempo dei saluti, e delle lacrime  lo Jarmusch club sta per organizzare il via ad un mese  ricco  di eventi,  di spettacoli di alta qualità.
Ecco gli eventi organizzati  per le prossime settimane: si parte Martedì  4  VINCENZO COSTANTINO CINASKI + Claudio GNUT in “Nati per Incontrarsi” recital di poesie e musiche.
Venerdì  7 “HEAD OR TAILS” in concerto
Domenica 9 “LA FESTA”  in concerto
Mercoledi 12 “STEVE WYNN” in concerto
Sabato 15 compleanno di “ROUND MIDNIGHT edizioni.”  Serata di poesie e musica ad alto livello.
Lunedi 17 “SHAWN JONES trio”
Sabato 22 presentazione libro “Spettabili tutti” parole e musica di Gianfranco Marziano, Di Giovanni Vacca. A seguire: concerto di ALESSANDRO FIORI
Domenica 23 “T. party”
Venerdi 28 “UNDERDOG” in concerto
Sabato 29 “INSTANT LAKE”  in concerto
Domenica 30 “SONGS FOR ULAN” in concerto.
Il calendario potrebbe subire modifiche e l’integrazione di date aggiuntive. La chiusura dello Jarmusch  ha sollevato grande  dispiacere tra gli artisti e i frequentatori del club.  In tanti  si sono esibiti  all’interno del locale, lasciando a tutti il piacere di capire per davvero cos’è l’arte. Il dato sociale  che noi tutti conosciamo è quello della desertificazione  culturale, purtroppo dobbiamo affermare che questo fattore  della negligenza culturale  è  sempre presente  nella  città di Caserta,  la chiusura dello Jarmusch  è solo uno dei tanti tristi  tasselli per il “Terzo Settore”cittadino.
In questa città la voglia di fare cultura,  sta scomparendo sempre di più, sono invisibili i centri culturali per i giovani,  non c’è più nulla.  La nostra generazione avrà  soltanto  un cumulo di macerie e  di  debiti.
Personalmente avvertiamo limiti negativi  attorno alla  cultura   di questa città,   temiamo che realtà culturali ed artistiche,  possano davvero lasciare la città di Caserta in fondo all’inferno.  Applaudiamo con onore Sossio Lupoli, ed il suo staff  per la grande caparbietà,  ma soprattutto per il grande impegno che hanno dato  per la  diffusione della cultura casertana.   Condanniamo chi non ha provato a fare qualcosa, per la tutela di questo club.  Ricordatevi con la cultura si vive, si ottengono risultati eccellenti  anche in questo periodo di crisi nera per il nostro paese. Ad majora Sossio Lupoli, grazie per la tua passione, grazie per averci fatto vivere momenti belli.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...