Campania/Cronaca/Interno/Politica

Mara Carfagna: “Ecco tutte le cifre che non tornano. Il cartomante de Magistris cartomante ci spieghi l’abracadabra”

mara_carfagna-1“Farò, dirò, vedrò: belle parole da cartomante se poi restano promesse. In attesa che ci sveli dove nasconde la sfera di cristallo, de Magistris magari potrebbe iniziare a spiegarci l’abracadabra dei conti. E’ sconcertante come l’amministrazione comunale negli ultimi due anni abbia ricevuto circa 1 miliardo e 400mila euro di anticipazioni dallo Stato (con il Dl 35 del 2013 e il Dl 66 del 2014 e seguenti) e non sia riuscita a pagare neppure il debito di 22 milioni (intanto aumentato a 27milioni) alla Napoli Sociale che si occupa di disabilità. Questa era la priorità. I conti della Napoli sociale sono drammatici ed è a rischio il Tfr e il futuro dei dipendenti. Il bilancio chiuso dalla Napoli Sociale al 31 dicembre 2015 registra ulteriori 3 milioni di euro di perdite, ci sono debiti per 33 milioni, di cui 22 milioni dovuti dal Comune che non può sanare per mancanza di risorse. Sarebbe il caso che la Napoli Sociale predisponesse un bilancio semestrale al 30 giugno con l’aggiornamento dei conti e con un parere del collegio sindacale completo. E contemporaneamente ci piacerebbe conoscere il nuovo piano industriale, il destino dei lavoratori della Napoli Sociale all’interno di Napoli Servizi. Dagli atti non risulta una fusione ma la liquidazione di Napoli Sociale. Il collegio dei revisori a pag. 10 esprime un parere ambiguo dicendo che in sostanza non può pronunciarsi in assenza di atti, che la Napoli Sociale e il Comune non hanno presentato. E non ci convince neppure questa sua continua questua allo Stato: lo stanziamento straordinario di 70 milioni di euro di cui 7 alla Regione Campania e 2 al Comune di Napoli sono risorse aggiuntive stanziate dal governo ma la programmazione del welfare va fatta ad inizio anno e de Magistris avrebbe dovuto reperire e far affidamento su coperture ad hoc. L’Amministrazione dice di aver sanato i conti ma non ha risorse per le politiche sociali. Per ora sappiamo solo che gli studenti con disabilità delle superiori e i bimbi disabili di alcuni asili non hanno ancora iniziato l’anno scolastico. Ci piacerebbe anche sapere quali sono i criteri in base ai quali in alcuni asili si è provveduto all’assistenza materiale e in altri no”. Così Mara Carfagna deputato e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...