Cronaca/Interno/Politica

Obama-Renzi, il dietro le quinte: il viaggio anticipato di 40 giorni

Mossa elettorale (doppia)

obama-renzi10(Di Alberto Maggi @AlbertoMaggi74 – affaritaliani.it) – Pacche sulle spalle. Lunghi sorrisi. Calorose strette di mano. Addirittura un abbraccio. Barack Obama ha accolto Matteo Renzi alla White House in italiano: “Buongiorno ho tenuto il meglio per l’ultima cena qui” e il premier ha risposto parlando in un inglese finalmente meno maccheronico (deve aver seguito un corso intensivo). Il viaggio a Washingotn del presidente del Consiglio e della moglie Agnese, emozionatissima come Michelle, alla quale è scappata perfino qualche lacrimuccia, non accade a caso. Ufficialmente i due leader si vedono per parlare di lotta all’Isis, di rapporti con la Russia e di emergenza migranti. In realtà il significato è tutto politico. Obama ha attaccato l’austerità dell’Europa, “dannosa”, e ha invitato l’Italia ad andare avanti con le riforme. Ovviamente non ha detto di votare sì il 4 dicembre, ma poco ci manca. Le parole del presidente americano servono a Renzi per portare a casa il maggior numero di voti a favore al referendum costituzionale degli italiani che risiedono negli Stati Uniti. Non solo, spera anche che le immagini trasmesse in diretta tv e su tutti i tg possano convincere una fetta di indecisi a sostenere il sì il 4 dicembre. Do ut des, ovviamente. Renzi ha affermato nel discorso di arrivo alla Casa Bianca che l’America con Obama è tornata a crescere elogiando l’Amministrazione democratica. Di fatto, il premier ha invitato gli italo-americani a votare il prossimo 8 novembre per Hillary Clinton e non per Donald Trump. Insomma, il senso del viaggio negli Stati Uniti del capo del governo è politico ed elettorale. Tanto che, secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, la visita inizialmente avrebbe dovuto tenersi a fine novembre ma sarebbe stata anticipata proprio per utilizzarla da entrambe le parti come strumento di campagna elettorale in vista delle Presidenziali a stelle e strisce dell’8 novembre e del referendum costituzionale del 4 dicembre. Anche questa è politica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...