Cronaca/Interno/Politica

Referendum, Speranza ed Emiliano per il No. Fotografia di un’anti-leopolda

emiliano-renzi-large570(Alessandro De Angelis – huffingtonpost.it) – L’istantanea e’ quella di una “anti-Leopolda”, in quel Mezzogiorno d’Italia che fa tremare la Leopolda fiorentina dove tutti conoscono i sondaggi. Ecco Michele Emiliano, che sale sul palco ad abbracciare Roberto Speranza: “Ho affetto e stima per Roberto, sono venuto da Bari per lui”. Mille persone in sala, in un teatro di Foggia dove la Boschi, sussurrano gli organizzatori, ne fece la metà. Fino a un po’ di tempo fa Michele Emiliano era ospite fisso alla Leopolda e grande sostenitore di Renzi. Oggi, dal palco di Foggia, scandisce: “sapete come voto, cioè no e che giudizio ho dato di questa riforma pessima, e stare nel Pd per me vuol dire non avere timore di dire ciò che si pensa”.

E aggiunge, tra gli applausi di un popolo preoccupato per la spaccatura profonda del partito: “Comunque vada, sia in caso di vittoria del si sia in caso di vittoria del no, dal giorno dopo si deve ripartire assieme, non dobbiamo uscire spaccati e non dobbiamo lacerare la nostra comunità. C’è chi voterà sì, c’è chi voterà no, ma non dobbiamo dividerci in guelfi e ghibellini. Non considerate chi la pensa diversamente da voi dei nemici”.

anti leopolda

Poco dopo Speranza, il cui no è irreversibile, soprattutto dopo che si è svelato il bluff sulla legge elettorale, “un no di sinistra”, come Anpi e Cgil”. “La riforma e la legge elettorale – ha proseguito l’ex presidente dei deputati Pd, sono due pezzi della stessa riforma. È sempre più chiaro, giorno dopo giorno, che l’unico modo per cambiare l’Italicum è votare No al referendum di dicembre”.

Poco prima aveva parlato un insegnante giovane e “incazzato” sulla buona scuola: “io lavoro solo coi voucher”. Nello stesso teatro, con la Boschi c’era Confindustria a lodare il jobs act e la riforma costituzionale. Due mondi, diversi. Come il si e il no. E come le foto di Foggia e di Firenze.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...