Campania/Cronaca/Interno/Politica

Del Basso De Caro: “Alta capacità/velocità Napoli-Bari romperà isolamento del Sannio”

del-bassoIl Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti on. Umberto Del Basso De Caro interverrà lunedì 14 novembre alle ore 10,30 al Museo del Sannio a Benevento, all’iniziativa organizzata da Confindustria Benevento ‘Alta capacità/velocità Napoli-Bari. Le ricadute per il sistema produttivo’. Insieme al Sottosegretario al Mit ci sarà il padrone di casa Biagio Mataluni Presidente Confindustria, Roberto Pagone, direttore investimenti Area Sud di Rfi, Costantino Boffa, delegato Presidente Regione Campania Alta Capacità-Velocità Napoli-Bari e a chiudere i lavori sarà Maurizio Gentile, Amministratore Delegato RFI.  “L’incontro – afferma il Sottosegretario alle Infrastrutture – si inserisce nell’ambito di un percorso avviato da Confindustria già due anni e mezzo fa ed è quello di conoscere meglio il progetto e lo stato di avanzamento delle procedure, ma soprattutto di cogliere gli effetti positivi che questa importante infrastruttura avrà per il nostro territorio. Sono convinto – aggiunge Del Basso De Caro – che questa infrastruttura riuscirà a rompere un isolamento che dura da troppo tempo. Ricordo poi che il Cipe, ha approvato la integrazione al contratto di programma Mit/Rfi disponendo l’assegnazione di ulteriori 500 milioni di euro per la tratta ferroviaria AV/AC Napoli-Bari. Per la precisione, 345 milioni di euro sono stati destinati al 3° lotto Frasso Telesino-Telese Terme ed ulteriori 155 milioni di euro al 4° Lotto Apice-Grottaminarda. Ciò in aggiunta ai primi due lotti (Napoli-Cancello e Cancello-Frasso Telesino) già integralmente finanziati e per i quali bisogna espletare materialmente la gara di appalto. Il Sannio ha davanti a sé una grande opportunità, potendo realizzare opere strategiche in grado di rimettere in moto lo sviluppo. Opere come il raddoppio della Benevento-Telese-Caianello approvato in via definitiva dal CIPE. Il primo lotto Benevento/S. Salvatore Telesino è interamente finanziato per l’importo di 330 milioni di euro; il secondo lotto S. Salvatore Telesino/Caianello è finanziato con il Contratto di Programma Ministero Infrastrutture/ANAS 2015-2019, anch’esso già approvato dal CIPE. Siamo alle battute finali prima dell’uscita del bando. Poi la Fortorina, l’asse viario di collegamento tra le zone interne della Campania, del Molise e della Puglia, con il primo lotto da Benevento a San Marco dei Cavoti che è già in esercizio; poi con la legge n.164/2014 (lo Sblocca Italia) è stato finanziato il secondo lotto per 72 milioni di euro, mentre il terzo lotto è finanziato per l’importo di 103 milioni di euro, con il Contratto di Programma Ministero Infrastrutture/ANAS 2015-2019, anch’esso già approvato dal CIPE. Poi abbiamo la strada a scorrimento veloce Benevento-Caserta: nel Contratto di Programma Ministero Infrastrutture/ANAS 2015-2019 è finanziato il primo lotto di 150 milioni di euro: si tratta di un intervento che, partendo dalla rotonda di Paolisi, supera gli imbuti di Arpaia e Santa Maria a Vico e rende più agevole il collegamento tra Benevento e il casello autostradale di Caserta Sud. Poi abbiamo la Fondo Valle Vitulanese, finanziata per l’importo di 46 milioni di euro che è il completamento dell’asse viario che, muovendo da Benevento, raggiungerà i Comuni della Valle Vitulanese e da questi avrà sbocco sulla SS7 Appia a Montesarchio. Non dimentico la Fondovalle Isclero, finanziata per ulteriori 9,3 milioni di euro, per chiudere il collegamento tra la Valle telesina e la Valle Caudina. Con il Piano Sud sono state finanziate ulteriori infrastrutture ferroviarie come la Benevento-Pietrelcina per 20 milioni di euro e l’adeguamento tecnologico della rete Benevento-Napoli per 20 milioni di euro. E su quest’ultima opera sono state avviate le procedure per l’affidamento della gara di appalto per la progettazione esecutiva necessaria per affidare i lavori con tempi previsti per l’affidamento della progettazione esecutiva e l’ultimazione dei lavori fissati al 31 ottobre 2018”. Da qui le conclusioni del Sottosegretario al Mit on. Del Basso De Caro: “Sono oltre 3 miliardi di euro per il nostro territorio. Risorse immense, mai assegnate al Sannio in precedenza, che produrranno occupazione e sviluppo. E’ la prima volta che un Governo dimostra di essere così vicino al nostro territorio e al fianco dei cittadini sanniti nel rilanciare il ruolo e lo sviluppo della provincia di Benevento. Grazie a queste misure – conclude il Sottosegretario Del Basso De Caro – si sblocca anche il Sannio.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...