Cronaca/Interno/Politica/Previdenza

Pensioni anticipate: salta pure la tredicesima, grazie Renzi

pensioni-ultime-notizie-renzi(newspedia.it) – L’Ape non ci piace. Lo ribadiamo per l’ennesima volta: l’anticipo pensionistico escogitato dal governo Renzi è una fregatura.

I motivi?

Primo: non sono vere pensioni anticipate, ma prestiti bancari. Istituti di credito privati prestano i soldi per le mensilità anticipate e poi, una volta maturato il requisito per le pensioni di vecchiaia, bisognerà restituire tutto con rate mensili, sottratte dall’assegno Inps, per la bellezza di 20 anni.

Secondo: considerato che in pochi rientrano nei parametri dell’Ape social, chi è che sceglierà l’Ape volontaria? Probabilmente solo chi non ha scelta, essendo sospeso in un limbo privo di pensione e con forti problemi lavorativi (ma non abbastanza disgraziato da meritare L’Ape social).

Terzo: da questa storia ci guadagnano solo banche e assicurazioni. Ed è gravissimo avere un precedente del genere, con la gestione delle pensioni pubbliche delegata ad enti privati.

Quarto: ultime notizie di oggi, chi sceglierà l’Ape non avrà nemmeno la tredicesima. Motivo? Altrimenti sarebbe stata troppo alta la rata di restituzione.

Quinto: sempre per il suddetto motivo, durante gli anni di pensione anticipata, con l’Ape non si riceverà il trattamento pensionistico pieno, ma solo una percentuale, inversamente proporzionale agli anni di anticipo richiesti.

Si parla, ad esempio, dell’85% nel caso di tre anni di anticipo.

Ultime notizie pensioni anticipate, 13 dicembre 2016: anticipo pensionistico o mutuo ventennale?

Ricapitolando: per pochi anni di pensione anticipata, che non vi danno nemmeno tutta intera, che vi danno senza tredicesima, vi indebitate fino a 87 anni.

È il peggio del peggio fra le novità della riforma.

Diamo un esempio con i numeri di una simulazione.

1.286 euro al mese di pensione, totale 16.718 all’anno, tredicesima compresa.

Lasciando il lavoro con tre anni di anticipo, si può chiedere al massimo l’85%, cioè 1.093 euro. Ma per dodici mensilità, non tredici.

E, alla fine, ritrovarsi indebitati per 20 anni, con una penalizzazione che è stimata intorno al 5% per ogni anno di anticipo. E con cose del genere Matteo Renzi pensa di vincere il referendum?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...