Cronaca/Interno/Politica

Referendum, Bersani fa pace con Renzi?

Referendum, più il No avanza e più il Pd si ricompatta. Ecco perché

bersani-renzi-ape10(Di Alberto Maggi @AlbertoMaggi74 – affaritaliani.it) – Pierluigi Bersani in ritirata. L’ex segretario del Partito Democratico, all’indomani degli attacchi di Matteo Renzi alla Leopolda, aveva promesso fuoco e fiamme. Ora invece afferma: “Sogno ancora un Pd unito ma il governo cambi rotta, è giusto abbassare i toni“. Buonanotte. Buonanotte a tutte le promesse di riconquistare il Nazareno e di “cacciare” l’ex sindaco di Firenze da Palazzo Chigi.

Ma perché questa capriola all’indietro della minoranza dem (non condivisa però da Massimo D’Alema)? Semplice, Bersani & C. hanno capito perfettamente che il premier, salvo miracoli, verrà sommerso dai No il prossimo 4 dicembre e, come ha spiegato da Fabio Fazio, “la politica non è tutto nella vita e non resterà a galleggiare“. Il timore della sinistra Pd è che dopo la sconfitta al referendum istituzionale Renzi corra tra pochi mesi alle urne senza ricandidare nessuno di coloro che si è espresso a favore del No (praticamente tutta la minoranza tranne Gianni Cuperlo).

E fuori dal Pd, come le elezioni a febbraio o marzo del prossimo anno, c’è il deserto. Il progetto di costruire una Linke o Syriza italiana con Sel, SI e Rifondazione è un progetto ambizioso ma ancora tutto da costruire e che rischia di trasformarsi in un clamoroso flop nelle urne (specie se la sfida sarà polarizzata tra Renzi, Salvini e 5 Stelle).

Ed ecco che il timore di perdere la poltrona diventa magicamente più forte delle critiche, spesso aspre, alla riforma costituzionale autoritaria e alla legge elettorale, l’Italicum, da abbattere e da rifare completamente (e non semplicemente con l’accordo renziani-Cuperlo). Insomma, man mano che ci si avvicina al 4 dicembre e il Sì sembra spacciato paradossalmente il Pd ritrova l’unità o quantomeno abbassa i toni dello scontro. La paura di tornare all’opposizione e di uscire dal Parlamento placano ogni polemica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...