Cronaca/Interno/Scuola e Università

La maestra trasferita al Nord vince ricorso: insegnerà vicino a casa

Il giudice del lavoro Federica Ferrari ha dato ragione a Loredana Rossi, “il trasferimento della madre di un figlio in età scolare comporta un vulnus”.

scuola(globalist.it) – L’insegnante campana avrà diritto a un posto in Molise o nel Lazio come aveva richiesto nella domanda di mobilità. Punto. Perchè da Pietravairano, in provincia di Caserta, era stata trasferita a Pavia. Il giodice del lavoro le ha dato ragione. Federica Ferrari ha accolto il ricorso della maestra Loredana Rossi, 45 anni, stabilendo che “il trasferimento della madre di un figlio in età scolare comporta un vulnus non altrimenti riparabile alla vita coniugale e familiare”. L’insegnante campana avrà diritto a un posto in Molise o nel Lazio come aveva richiesto nella domanda di mobilità. Una vittoria per la maestra Loredana ma anche una sentenza unica che potrebbe fare scuola e vedere molte altre mamme o papà docenti ricorrere alle vie legali per ottenere l’avvicinamento a casa.

Il giudice Ferrari ha motivato la sua decisione facendo appello all’articolo 30 della Costituzione che stabilisce il “diritto-dovere dei genitori di mantenere, istruire ed educare i figli” ma anche al 31 che “tutela la maternità e l’infanzia” oltre che al 37 dove è sancito che dev’essere “consentito l’adempimento dell’essenziale funzione familiare”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...