Cronaca/Interno/Politica

Massimo Cacciari: il degrado della sinistra, il terremoto e Renzi

cacciari__alle_soglie_di_un_terremoto___renzi__grillo_e____la_profezia_pazzesca_(liberoquotidiano.it) – Il degrado della sinistra è cominciato negli anni Settanta e affonda le radici nell‘incapacità di rinnovarsi. Evocando un “terremotoMassimo Cacciari, in una intervista a Repubblica, sostiene che ormai la sinistra ha perso l’anima, quando si è messa a “imitare quelli che la stanno sconfiggendo, un inseguimento disperato del thatcherismo, del reaganismo, degli Agnelli, di Marchionne…”.

Ora la sinistra è “qualcosa che può ancora essere, non è del tutto scritto che sia destinata a sparire. Ci siamo vicini ma non è detto”. E Renzi? “Se continua così sarei tentato da Grillo“, continua Cacciari. “Grillo non è né Trump né Le Pen, ha una storia diversa per fortuna. Il suo movimento sta facendo da argine. Ma noi siamo sulla soglia di un mutamento di stato. È come con il terremoto, la faglia esplode e il terreno trova un altro equilibrio diverso dal passato, però passando attraverso morti e macerie”.

Se vuole avere un futuro la sinistra deve ricominciare a “fare semplicemente politica, tornare a rappresentare i ceti in sofferenza, fare discorsi di verità, smetterla di sbandare, di assecondare e imitare la destra perché poi le contraddizioni si pagano”. E sul Referendum Cacciari non ha dubbi: “Credo che la scelta meno peggio sia votare Sì. Mi auguro solo che, se vince il Sì, come credo, non ci sia un’ubriacatura da vittoria. Sarebbe peggio di perdere”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...