Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Marcello Veneziani: “Il caos o l’inciucio”

renzi(Marcello Veneziani) – Forse vi sorprenderò, ma non sono felice di vedere nei sondaggi prevalere la vittoria del No al referendum. E non perché mi piaccia questa riforma pasticciata e il suo assurdo quesito che riduce a un Si o a un No trenta cose diverse. E nemmeno perché considero Renzi un grande leader piuttosto che un abile piazzista; vedo anzi i suoi mille giorni al governo come un racconto di fuffa & fiaba, una specie di Mille e una notte del novelliere Sparakazad.

Ma non mi auguro che vinca il No perché vedo il nulla, il vuoto e il caos che si aprirebbe in caso di sconfitta di Renzi e non vedo un filo conduttore tra i No che assediano il governo.

A voler distinguere, ci sono almeno quattro tipi di No: c’è il No apocalittico e messianico alla Beppe Grillo col suo sfascismo radicale; c’è il No vendicativo e retrivo della sinistra che vuol cacciare Renzi o almeno azzopparlo, come dicono i temperati alla Bersani; c’è il No surrettizio di Berlusconi che in quel modo vuol diventare stampella del Renzi fratturato o ago della bilancia; c’è il No del restante centro-destra che vuol far cadere Renzi e riaprire il discorso, l’unico tra i No che reputo condivisibile.

Ma si tratta di quattro no incomponibili, nessuno da solo può sostituirsi a Renzi, e in caso di vittoria darebbero luogo a una rissa senza vincitori. Se si va a votare in queste condizioni si finisce solo col nuocere al Paese. A meno che vogliamo davvero prendere l’esempio dalla Spagna che in dieci mesi senza governo è riuscita a far meglio dell’Italia governata e di altri paesi europei.

Penso che sia più ragionevole augurarsi che, in ogni caso, resti questo governo Renzi e non se ne faccia un altro, inciuciando magari con Berlusconi, fino alla scadenza istituzionale, nella primavera del 2018.

Approfittando dei prossimi 15/18 mesi l’opposizione può darsi un vero progetto, formare una più seria e corposa alleanza e poi proporre agli elettori una compiuta alternativa a Renzi da parte di un centro-destra definitivamente post-berlusconiano. Si butta giù un governo solo in vista di un altro. Che ora nemmeno s’intravede.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...