Campania/Cronaca/Interno/Politica

Scuola, M5S Campania: Salvaguardia attività scolastiche nelle province in difficoltà. Depositata mozione

FONDI CAMPANIA: CALDORO, COLLABORATO DALL'INIZIO CON PROCURANapoli, 25 novembre 2016 – “Il Governo ha avviato la drastica diminuzione di risorse alle Province in conseguenza dei significativi tagli di spesa. Ciò detto, però le Province svolgono ancora funzioni fondamentali come il garantire sicurezza, funzionalità e adeguatezza delle strutture edilizie per le attività scolastiche. In questo contesto c’è il clamoroso caso della provincia di Caserta che versa in condizioni drammatiche, addirittura non è stato approvato il bilancio di previsione del 2015 con la conseguente dichiarazione dello stato di dissesto finanziario e le limitazioni che ne conseguono”. Lo dice la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà che ha depositato in Consiglio regionale la mozione: ‘misure urgenti per la salvaguardia delle attività scolastiche nelle Province campane in difficoltà’. “Il 6 ottobre il responsabile del Servizio tecnico e il dirigente del settore edilizia della provincia di Caserta – sottolinea Muscarà – hanno inviato una comunicazione ai dirigenti degli istituti scolastici dell’indisponibilità di risorse finanziarie per lo svolgimento delle attività di manutenzione straordinaria, adeguamento degli edifici scolastici e anche in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, prevenzione incendi e rischio antisismico”. “Già il presidente della provincia di Caserta con una nota precedente del 21 luglio trasmessa alla prefettura – fa notare la consigliera regionale – aveva avvisato che a decorrere dal 1° gennaio 2017 tutti gli edifici scolastici ospitanti scuole superiori, in provincia di Caserta, sarebbero fuorilegge e dunque da chiudere e inoltre non vi sono neppure risorse per il pagamento delle forniture di energia elettrica e per il funzionamento dei riscaldamenti”. “Situazione gravissima che coinvolgerebbe circa 83mila studenti – prosegue Muscarà – mettendo seriamente a repentaglio la prosecuzione dell’anno scolastico ed esponendo gli stessi studenti a rischi connessi all’agibiltà degli edifici stessi come è già accaduto con il crollo di controsoffittature dell’istituto Pizzi di Capua”. “Con la nostra mozione chiediamo che il Consiglio regionali impegni la Giunta affinché per quanto di competenza – conclude Muscarà – si riesca a garantire il prosieguo dell’anno scolastico nelle scuole di tutte le province campane attivando tutte le iniziative volte a sollecitare, nelle apposite sedi di concertazione con lo Stato, interventi di natura strutturale in grado di dare risposte concrete alle emergenze descritte e ai disservizi causati dai ripetuti tagli di spesa che si sono succeduti a partire dalla legge n. 56 del 2014 e operare una ricognizione in tema di edilizia scolastica con manutenzione ordinaria e straordinaria, messa in sicurezza e a norma degli impianti con la precisa definizione di un cronoprogramma di interventi e l’appostamento di risorse regionali nonché anche far fronte a spese per l’utenza elettriche e telefoniche e per la provvista di acqua e il funzionamento dei riscaldamenti”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...