Cronaca/Editoriali/Interno

Le sette tribù dei Millenials

giovani(Marcello Veneziani) – Come sono i millennials, cioè i nativi degli anni ’80 e ’90, le prime generazioni a cavallo del millennio cresciute con la famiglia scoppiata, la religione marginale, l’hi-tech avanzato?

Sul lavoro si dividono in quattro classi: i disadattati che non trovano posto, gli adattati che si arrangiano, gli adatti che vivono a loro agio e gli ereditari, col lavoro o il patrimonio trasmesso dai loro genitori.

Sul piano antropologico invece si dividono in sette tribù: generazione Exodus, ovvero gli intraprendenti globali che partono per il mondo; generazione Dioniso, i ragazzi estasiati da alcol, droga e nottefonda; generazione Help me, reparto traumatizzati, ragazzi fragili devastati dalla vita o dalla famiglia esplosa; generazione Dams, che vorrebbero lavorare da artisti tra film, fiction e teatro; generazione On line, gli hi-tech che vivono connessi vita artificial durante e sconnessi dalla vita vera; generazione Trans, in fase di transumanza sessuale, incerti tra bisex, omo, unisex; generazione Che, sparuta minoranza di impegnati nel sociale o nel politico. A volte appartengono a più tribù.

Non sono migliori né più pippe dei loro genitori. Solo diversi. Digito ergo sum.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...