Cronaca/Interno/Politica

Il Governo taglia i fondi per le cure dell’ipertensione

prexione_mis(di MoVimento 5 Stelle) – Renzi e la Boschi sono ossessionati da questo referendum. Sono mesi che il Paese è fermo perché si deve parlare solo di referendum che entra in ogni argomento possibile e immaginabile. Il ministro Maria Elena Boschi, infatti, sostiene candidamente che votare ‘sì’ al referendum permette di curare meglio il cancro. Mentre per il ministro alla Salute, Beatrice Lorenzin, il ‘sì’ farebbe anche passare il diabete. E mentre ci si inerpica in nuovi ambiti in cui la riforma porterebbe nuovi miracoli, il Governo di Renzi e Boschi abbandona chi soffre di ipertensione e ha problemi di cuore.

Quindi mentre con una mano promette cure miracolose, con l’altra toglie invece la possibilità di cura a chi si trova in condizioni di difficoltà, in primis gli anziani. Dal prossimo anno, infatti, il servizio sanitario nazionale non farà più gratuitamente degli esami fondamentali per la diagnosi e la cura dell’ipertensione.

Per intenderci, in Italia sono 16 milioni le persone che soffrono di ipertensione arteriosa e ogni anno ne muoiono 280mila a causa di malattie cardiovascolari. Fra loro, per ovvie ragioni, la stragrande maggioranza è rappresentata dai cittadini più anziani. Così, proprio loro, saranno costretti a rivolgersi alla sanità privata e, per chi non se lo potrà permettere – e chi ha una pensione minima non potrà permetterselo – resta solo l’oblio.

Per loro, dice il Governo, “non ci sono soldi”. Parliamo di un taglio di 16 milioni di euro, ma per l’ “Air force Renzi” i 160 milioni necessari si trovano. Così i cittadini più anziani non potranno più fare esami per verificare la presenza di potassio nel sangue, l’esame chimico fisico e microscopico delle urine, la radiografia del torace di routine – nas e, soprattutto, non sarà più possibile il monitoraggio continuo (24 ore) della pressione arteriosa, ovvero l’esame più importante per capire il grado di controllo farmacologico della malattia per chi si trova ancora in uno stadio iniziale.

Cos’altro serve per far capire che questo Governo e questo Presidente del Consiglio vi stanno tutti prendendo in giro? Cos’altro serve per farvi capire che questo Governo e questo presidente del Consiglio non è dalla parte dei cittadini, siano essi risparmiatori, lavoratori, insegnanti o studenti?

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...