Cronaca/Interno/Politica

Sulle bufale

bufale(unoenessuno.blogspot.it) – Cala la disoccupazione – scrivono i giornali: ma cosa volete ancora. Lo dice l’Istat e se uno legge solo i titoli dei giornali pensa che vada tutto bene: leggendo i dettagli però si capisce che le cose sono più complicate. “Il tasso di disoccupazione scende dello 0,1% perché aumentano gli italiani che hanno smesso di cercare un posto: non ci sperano più”. Altro giro altro spot: con la riforma avremo più soldi per la sanità, se voti no, invece, i soldi li lasci ai politici (e l’immagine è eloquente, finiscono nelle tasche dei politici). Dal che si capisce che chi ha fatto la riforma non è un politico, che a Roma (dove si accentreranno – forse – le competenze) non ci sono politici e dove si decide solo per il bene degli italiani. Ecco perché De Luca chiedeva ai suoi sindaci di fare come Alfieri, che fa un clientelismo come Cristo comanda, che se porti i voti arrivano i soldi alla sanità regionale, privata.

Ma De Luca non è un sindaco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...