Berlusconi/Cronaca/Interno

Le autorità ucraine vogliono interrogare Berlusconi per uno sherry del 1765

putin-berlusconi(lettera43.it) – L’ex presidente del Consiglio avrebbe degustato con Putin un liquore di grande valore aperto dalla direttrice dell’enoteca statale di Massandra indagata per appropriazione indebita.

Le autorità ucraine vogliono interrogare Silvio Berlusconi. A riportare la notizia il sito di informazione 112.ua. Al centro della questione uno sherry datato 1765.

‘DEGUSTATO’ NEL 2015. la Secondo le autorità di Kiev nel settembre del 2015 l’ex presidente del Consiglio avrebbe degustato una bottiglia di sherry de la Frontera del 1765 dal valore 150 mila dollari insieme a Vladimir Putin nelle storiche cantine di Massandra, un centro nei pressi di Yalta, in un viaggio nella penisola di Crimea che la Russia aveva annesso nel 2014.

INDAGINE SULLA DIRETTRICE DELL’ENOTECA. Secondo quanto si apprende Berlusconi sarebbe chiamato solo in qualità di testimone, mentre l’accusata sarebbe Ianina Pavlenko, la direttrice delle cantine statali. Per gli inquirenti la donna sarebbe colpevole di appropriazione indebita per aver aperto personalmente la bottiglia di liquore per Putin e Berlusconi. La richiesta ucraina rappresenta l’ennesimo capitolo di confronto con l’ex-Cavaliere. Dopo i viaggi in Crimea nel 2015 Kiev aveva bandito per tre anni Silvio Berlusconi «per motivi di sicurezza nazionale».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.