Cronaca/Editoriali/Interno

Perché il Sud non ha stima di sé

Chi non si impegna non merita i soldi dei contribuenti

trani(di Camillo Langone – ilfoglio.it) – Aiutati che Dio ti aiuta. Altrimenti non chiedere nemmeno allo Stato di aiutarti: chi non si impegna non merita i soldi dei contribuenti. Ero a Trani dal fruttivendolo, le solite gonfie e tronfie mele trentine avevano il posto d’onore, tre metri di scaffale centrale. Nello scaffale in basso, in angolo, in ombra, c’era una cassettina di meline. E quelle cosa sono? “Mele delle nostre parti, di seconda qualità”. Ovviamente ho comprato queste ultime ed erano migliori delle Golden: più piccole e dunque più pratiche, meno zuccherine e dunque meno diabetogene… Ero in Puglia all’ora dell’aperitivo: niente Asprinio di Aversa, niente Bombino di San Severo, bensì Franciacorta e sciampagnino. Piuttosto bevo un Americano… Ero in Terra di Bari e ho letto che un comico molto da orecchiette ha dato alla figlia un nome germanico, Greta. Forse Maria, Lucia, Michela, Rita, Sabina, Damiana, nomi legati a patroni e patrone di quelle baresi località, suonavano troppo meridionali? Gli aiuti al Sud (contratti di sviluppo, decontribuzioni, eccetera) siano vincolati a un minimo d’amore del Sud verso sé stesso: se sei il primo a disprezzarti perché dovrei apprezzarti io? Se non stimi ciò che produci come fai a venderlo? Giusto l’accattone puoi fare.

One thought on “Perché il Sud non ha stima di sé

  1. Perchè il Sud, non stima se stesso, non è semplice spiegarlo, il Sud tutto non è una persona, che tramite uno psicologo si può curare. Permane una cultura a mio parere clericale.Un lavoro si trova tramite un Sant’Antonio potente, Se non ha Santi che ti proteggono non fai nulla. Il menager statale nominato da potenti e da amici, spesso incapace ed incompetente. La meritocrazia non esiste, anzi ti debilita, ti esaurisce, a meno che non emigri. E’ lo Stato che latita, la burocrazia che asfissia. Lo stesso meridionale che diventa appena usciere, si crede un Generale, e agisce da tale, anche sul suo intimo conoscente a amico d’infanzia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...