Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Pietrangelo Buttafuoco: “Renzi, Briatore e il gigantismo dello statista mancato”

trump-briatore(di Pietrangelo Buttafuoco – ilfattoquotidiano.it) – Più che un dettaglio, un lapsus rivelatore. C’è tutto un ripescaggio di atti mancati in Matteo Renzi. E il tutto, nello psicodramma dei ragazzi del muretto, in un urto di gigantismo: il pur ammaccato Rottamatore chiama Flavio Briatore ­­– imprenditore, amico numero uno in Italia di Donald Trump – e gli chiede d’intercedere presso il presidente degli Stati Uniti.
La famosa narrazione, più che un flusso interiore, è solo e sempre egolatria. Anche se non è più un premier, Matteo Renzi, è pur sempre un grande della terra (questo è il sottotesto).
Non c’è però modo di vedersi a breve con Donald – il povero Renzi ha già come un magone il mancato appuntamento di giorno 26 e 27 maggio a Taormina per il G7 – e però si parleranno al telefono. C’è da rimediare, infatti, a un pasticcio.
Ancora dalla stanza di palazzo Chigi, Renzi, fece – da presidente del Consiglio – quello che nell’Abc delle relazioni internazionali è stabilito di non fare mai: interferire nella campagna elettorale di uno stato straniero. Preso dalla presunzione – pensare di essere nella comitiva dei vincenti, quella di chi piace alla gente che piace – Renzi fece il groupie di Hillary Clinton senza rendersi conto dell’imbarazzo in cui avrebbe messo l’Italy nel caso di una vittoria di Trump. Come inaspettatamente avvenne.
Ma è pur sempre un grande della terra, Renzi. Degno convitato al desco della Casa Bianca, con Barack Obama, Matteo s’immagina per sé gli obblighi propri di uno statista. Il suo gigantismo nasce tutto da quella cena. Venne invitato dal predecessore di Trump e non seppe distinguere in se stesso la persona dal ruolo: col presidente degli Stati Uniti conversava il premier italiano non il ragazzo di Rignano ma più che la responsabilità di governo poté lo storytelling.
Non resta che il telefono. Sarà un segnale distintivo verso i suoi elettori di sinistra. Menomale che Briatore c’è.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...