Campania/Cronaca/Interno

Ospedaletto d’Alpinolo (AV): al via “Arte negli spazi urbani”

Arte negli spazi urbani” a Ospedaletto d’Alpinolo il 17 novembre inizia la due giorni di convegno tra FNAS e ANCI per innovare la disciplina normativa dell’uso degli spazi urbani per le arti di strada

 

Al via. domani (17 novembre) alle 11.30 presso il Centro Sociale di Ospedaletto d’Alpinolo, la prima delle due giornate del convegno “Arti negli spazi urbani e sviluppo dei territori” promosso dalla FNAS Federazione Nazionale Artisti di Strada, dall’ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, dal Comune di Ospedaletto d’Alpinolo, dal programma di studi di settore stRADARts, con la collaborazione dell’Associazione Castellarte, della Pro Loco, dell’ANPAS e della Misericordia.

L’incontro è l’inizio di un dialogo tra Enti Locali, promotori culturali e artisti del circo contemporaneo, per creare nuove e buone politiche di sviluppo turistico ed economico del territorio; dall’alleanza tra FNAS e ANCI nascerà una proposta di legge volta a riconoscere il valore dell’arte di strada e a facilitare l’uso degli spazi pubblici per questo tipo di spettacoli.

Il 17 e il 18 marzo a Ospedaletto d’Alpinolo, in Campania – dice il Presidente della FNAS Beppe Boron – si riprende un discorso iniziato ad agosto a Viarigi, in Piemonte. Si gettano le basi per la creazione di una grande comunità nazionale di artisti, cittadini e amministrazioni che insieme costruisce nuove prospettive, perché crede che dall’utilizzo artistico dello spazio pubblico possa derivare una migliore fruibilità dello spazio urbano, che potrà migliorare aspetti sociali, culturali, educativi ed economici della vita cittadina. A Ospedaletto siamo qua, tutti insieme, per parlare di questo. La FNAS, l’ANCI, tanti comuni da tutta Italia, tanti artisti, municipi e quartieri di grandi città, per capire, dibattere ed elaborare un percorso comune che parla di scambio, di condivisione, di ospitalità. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo: il comune di Ospedaletto d’Alpinolo, l’associazione Castellarte, la Pro Loco, l’ANPAS e la Misericordia”.

Ciò che si vuol fare in questo convegno è far conoscere la realtà della performance urbana; realizzare una lettura complessiva del quadro normativo vigente; promuovere un riconoscimento legislativo formale del valore storico, sociale, educativo e culturale dell’arte di strada che si esprima nella riscrittura dell’originario Patto dei Comuni Amici delle Arti in Strada per una nuova cultura e promozione dei territori.

Venerdì, dopo i saluti di rito e l’apertura dei lavori, il primo incontro è dedicato a “La riforma dello spettacolo dal vivo” per il riconoscimento dell’arte di strada e la ridefinizione di una normativa unica circa l’utilizzo degli spazi urbani; alle 14.30 è la volta del secondo incontro su “Un festival lungo un anno” in cui si parlerà di buone pratiche di impiego delle risorse disponibili a Km 0, di modelli virtuosi di sviluppo turistico e culturale e della Carta di Viarigi come punto di partenza di una nuova politica locale. Seguirà il terzo incontro su “Dalla regola scritta all’azione concreta” sulla semplificazione delle normative vigenti e la facilitazione degli spettacoli negli spazi urbani; alle 16.30 “Buona strada”, quarto incontro sul progetto aperto di cittadinanza attiva per l’arte di strada, sullo spettacolo urbano contemporaneo come motore di trasformazione delle identità, dei territori, delle relazioni sociali; alle 19.30 si conclude la prima giornata con “Buona strada network” una piattaforma informatica interconnessa con altri portali online a servizio di artisti e comunità per incrementare le occasioni di spettacolo e l’incontro tra amministrazioni, organizzatori e artisti.

I relatori della prima giornata sono: Giulia Narduolo, Presidente Commissione Cultura alla Camera dei Deputati; Giacomo Cucini, Sindaco del Comune di Certaldo; Antonino La Spina Presidente UNPLI; Adolfo Rossomando, Direttore di Juggling Magazine e socio FNAS; Monica Forti, Ufficio stampa FNAS; Alessandra Clemente, Assessora alle Politiche Giovanili Comune di Napoli; Matteo Lepore, Assessore Comune di Bologna; Giacomo Martini, Circo Paniko; Francesca Ferraris, Sindaca Comune di Viarigi; Giuseppe Boron, Presidente FNAS; Aurelio Rota, responsabile consulta FNAS sul circo contemporaneo; Elio Traina, Commissione MIBACT settore circo; Domenico Giannetta, Ufficiale della Polizia Municipale di Atripalda (AV), formatore Scuola Polizia Locale della Regione Campania, componente del Comitato Tecnico Consultivo per la Polizia Locale della Regione Campania ed esperto in politiche di sicurezza urbana integrata; Roberto Cargnelli, socio FNAS responsabile del progetto; Massimo Renno, presidente di Filò, Cooperativa di Commercio Equo e Solidale, e AERES Venezia per Altraeconomia; Iosto Chinelli, CEO di PJ snc e responsabile dello sviluppo informatico della piattaforma; Federico Toso, Direttore FNAS.

La sera, dopo la cena offerta dalle associazioni, gli artisti si esibiranno coinvolgendo tutti i presenti, per ricreare le atmosfere di festa che si verificano nel corso degli eventi in strada.

Link Comunicazione

di antonella russoniello

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...