Campania/Cronaca/Interno

Telese Terme (BN): Borsa di Studio “Liverini”, sinergie vincenti tra eccellenze campane e matematica

Buone pratiche. La Borsa di Studio ‘Mario Liverini’ si conferma, per il terzo anno consecutivo, un esempio di buona pratica, preparandosi al “grande salto” che la proietterà nella dimensione nazionale.

Emozione. Tensione. Curiosità, sul volto degli studenti giunti a scaglioni presso il Club House del Grand Hotel di Telese Terme, accompagnati da docenti e genitori. “Grande soddisfazione -sono state queste le prime parole del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Telese-Solopaca Luigi Pisaniello – per un evento di respiro regionale, con la presenza di ragazzi provenienti dalle diverse province della Campania”. Sono stati 126 gli studenti che hanno affrontato le due ore di prova, tra tipicità, splendide location, bellezze architettoniche e paesaggistiche innestate in situazioni problematiche originali e stimolanti. “Tutto questo – ha aggiunto Pisaniello – nasce dall’ottima collaborazione con l’azienda Liverini. Vedere poi, tanti ragazzi che affrontano una prova che richiede competenze chiave, riassume tutta la nostra soddisfazione nell’evidenziare ancora una volta che, i ragazzi, stimolati nel modo giusto, rispondono. Molti sono stati qui per la prima volta, quindi quello che mi sento di dire, sintetizzando, è che la scuola diviene veicolo di crescita del territorio, attraverso le buone pratiche e progetti di qualità che oltre alle competenze, stimolano il confronto, lo stare insieme, l’inclusione”. Ed ecco che arriva l’invito rivolto all’orchestra della scuola telesina, nato sul momento, da parte dei “colleghi” di Piano di Sorrento, i primi, da evidenziare, a giungere al Grand Hotel per il concorso.

Sei i test, di cui uno jolly, da affrontare in base alle competenze personali del candidato. Prove come sempre ispirate alla quotidianità, alla realtà, richiamando elementi architettonici e artistici territoriali. “La preparazione di questi problemi è per me un momento di formazione e informazione – spiega Luigi Boscaino docente di matematica al Rummo di Benevento – traggo spunti dalla realtà che con tanta semplicità contiene tanta matematica”. Boscaino,  che insieme alla docente Agata Mazzarella cura la logistica delle prove, ha raccontato spunti e situazioni dalle quali sono nati i problemi di questa edizione, dove la Campania è stata “celebrata” attraverso siti, tipicità e bellezze naturali: il limoncello, e in particolare i limoni di Sorrento, noti per le loro importanti dimensioni; lo spunto fornito dalla data del 14 marzo 2017 nella giornata mondiale del pi greco; il museo archeologico di Napoli; il giardino della Minerva di Salerno e ancora il Museo della Matematica di Avellino, per arrivare alle cassatine sannite di San Marco e alla Reggia di Caserta.

A dare il benvenuto ufficiale e in bocca al lupo ai giovani concorrenti, il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Telese-Solopaca Luigi Pisaniello, l’assessore delegato ai Rapporti con la scuola Filomena Di Mezza, il consigliere delegato alla Cultura Giovanni Liverini  – entrambi hanno sottolineato la vicinanza all’iniziativa e il pieno sostegno dell’amministrazione comunale di Telese Terme, per un momento di grande importanza per la crescita del territorio – autorità militari e Filippo Liverini, presidente della Liverini S.p.a, partner dell’istituto comprensivo nell’importante iniziativa. “Siamo alla terza edizione di questa borsa di studio – ha evidenziato proprio Filippo Liverini – che abbiamo voluto dedicare a nostro padre, scegliendola tra le tante iniziative che realizziamo. Abbiamo creduto in questo progetto e abbiamo voluto che crescesse. E il progetto cresce perché di qualità, perché premia e stimola la competitività già dalle scuole medie in maniera divertente e rappresenta anche un’occasione importante per il territorio, per visitare le aree interne e conoscere le bellezze delle nostre zone”. Un evento che attiva sinergie e che Liverini ha annunciato si proietta già a livello nazionale.

A controllare il corretto svolgimento della prova, la commissione di vigilanza così composta: Luigi Pisaniello dirigente​ scolastico IC Telese-Solopaca (Presidente); componenti: Luigi Boscaino (Liceo Rummo Benevento), poi dall’IIS Telesi@ di Telese Terme: D’Ambrosa Maria Concetta, Carlo Rossella, Solinas Anna e Zoschg Gabriella.

Da non tralasciare i premi messi in palio per questa edizione: 1000 euro al primo classificato; 600 euro al secondo e 400 al terzo. Il Premio Liverini è destinato agli alunni dell’ultimo anno della scuola Secondaria di primo grado e finalizzata a premiare le eccellenze in Matematica. La proposta sui generis della Borsa di Studio Mario Liverini promuove una formula ricca, dove si valutano le competenze logiche, matematiche, lessicali, interpretative, analitiche e strategiche delle giovani promesse, intitolata a Mario Liverini, socio fondatore della Mangimi Liverini S.p.a., azienda che da quasi cinquant’anni, a Telese Terme, produce e commercializza mangimi per l’alimentazione degli animali da allevamento. Dopo la prova, appuntamento per la cerimonia di premiazione il 6 maggio 2017, presso la sede della Mangimi Liverini S.p.a.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...