Campania, Cronaca, Interno, Napoli

Napoli, Vomero: basta alla chiusura del Collana!

Su Facebook una pagina con oltre cinquecento iscritti

 

Si è svolta al Vomero la marcia per la riapertura dello stadio Collana, con la partecipazione di alcune centinaia di cittadini che hanno sfilato lungo le strade del quartiere, arrivando fino a piazza Vanvitelli.

”  Stigmatizziamo ancora una volta – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione del Vomero – la grave situazione determinatasi per il polisportivo Collana, chiuso oramai da due mesi, senza che, allo stato, s’intraveda una via d’uscita rapida e concreta per superare la difficile situazione, aggravata dalla necessita improcrastinabile di effettuare, prima della riapertura, i lavori per la messa in sicurezza, nel rispetto delle norme vigenti, del complesso sportivo “.

” Affinché la marcia delle associazioni sportive non resti un’iniziativa isolata – puntualizza Capodanno – con la finalità dunque di mantenere da parte di tutti i cittadini una continua quanto costante attenzione al problema,  per incalzare le istituzioni interessate sulla necessità di una soluzione, non più dilazionabile, del problema, finalizzata alla ripresa, in tempi rapidi, delle attività sportive che si svolgono nell’importante struttura pubblica, ho creato sul social network Facebook un’apposita pagina dal titolo “Restituiteci il polisportivo Arturo Collana”, che ha già oltre cinquecento partecipanti, al link: https://www.facebook.com/ridatecilostadiocollana/ . Uno spazio, dove tutti gli interessati sono invitati a dare un proprio contributo propositivo al fine di dirimere definitivamente l’intricata matassa e consentire così la riapertura a breve dell’impianto, dopo ovviamente l’esecuzione dei lavori necessarie per rendere tutte le strutture agibili “.

” Nel persistente quanto inaccettabile atteggiamento d’indifferenza istituzionale, che sta caratterizzando questa vicenda – sottolinea Capodanno  -, gli unici che stanno pagando un prezzo decisamente salato sono i napoletani privati di uno dei pochi impianti sportivi pubblici presenti sul territorio cittadino. Ad essere particolarmente penalizzati sono, ovviamente, gli oltre settemila atleti che, in uno agli operatori sportivi, ogni giorno, prima che venisse chiuso, utilizzavano le strutture sportive dello stadio vomerese “.

” A questo punto – conclude Capodanno – la parola passa di nuovo alle istituzioni, Regione Campania in testa, che ci auguriamo vogliano tenere conto delle numerose sollecitazioni che provengono, da diverso tempo a questa parte, dalla società civile per trovare una soluzione definitiva, nel rispetto delle norme vigenti, per riaprire e rilanciare lo storico impianto, sul cui campo, va ricordato, in passato, e per diversi anni, ha giocato anche la squadra del Napoli e che negli ultimi anni ospita, tra gli altri, pure la squadra di calcio femminile cittadina “.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...