Campania, Cronaca, Interno, Napoli

Napoli, via Luca Giordano: niente sorpresa dall’uovo di Pasqua

“ L’improvvisa accelerata di questi ultimi giorni per il completamento dei lavori di riqualificazione di via Luca Giordano, importante arteria del Vomero, lavori che hanno superato  i ventisette mesi dall’inizio, non hanno prodotto, fino a questo momento, i risultati auspicati. Dunque sembra che nessuna sorpresa potrà arrivare dall’uovo di Pasqua per i residenti e i commercianti del Vomero, che hanno patito in tutto questo tempo non pochi disagi “. Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, ricostruisce nell’occasione una delle tante storie d’inefficienze e di ritardi in materia di lavori stradali a Napoli, che portarono tempo addietro anche ad una dura protesta da parte dei commercianti della zona, con cartelli che denunciavano l’assurda situazione nella quale si trovava detta strada, dove, tra l’altro, un tratto della carreggiata, destinato a Ztl, era rimasto chiuso precedentemente per circa due anni a ragione di un avvallamento mai riparato.

” Lavori – ricorda Capodanno – attesi per oltre quattro anni, al fine di riqualificare una delle più importanti arterie del Vomero, iniziati il 7 gennaio del 2015 e che, in base a quanto riportato nel cartello di cantiere, dovevano concludersi il 2 novembre 2015, per una durata complessiva di 300 giorni, corrispondenti a dieci mesi. Invece al momento di giorni ne sono trascorsi oltre 800, quasi triplicando quelli preventivati “.

“ Si sperava che il cantiere sarebbe stato completamente eliminato, restituendo tutta l’arteria, anche nel tratto all’incrocio con via Scarlatti, prima del venerdì santo – puntualizza Capodanno -. Anche a ragione del fatto che tradizionalmente la Via Crucis al Vomero si sviluppa proprio lungo via Luca Giordano e la stessa via Scarlatti, nei tratti attualmente pedonalizzati “.

” A questo punto – ipotizza Capodanno – se non si riuscisse a eliminare completamente il cantiere per domani mattina, ritengo che, anche per ragioni di sicurezza, bisognerebbe rivedere il percorso della Via Crucis, la qual cosa comporterebbe anche la necessità di un diverso dispositivo di traffico temporaneo “.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...