Campania/Cronaca/Interno/Scuola e Università

Telese Terme (BN): atto vandalico all’IIS Telesi@

Stamattina all’I.I.S. Telesi@  è stato riscontrato un atto di squallido vandalismo,  compiuto, probabilmente , nei giorni di chiusura della scuola in occasione del primo maggio.

Ignoti hanno svuotato qualche estintore nei corridoi, rotto piante e porte,  imbrattato con le loro lordure i locali scolastici, in segno di sfregio.

La dirigente scolastica  ha subito chiamato i Carabinieri della Stazione di Telese Terme, che hanno fatto rilievi utili alle indagini.

“Si tratta di un attacco infame al Telesi@ e alla Scuola in generale , che costituisce dappertutto e, anche a Telese Terme, un presidio di legalità e civiltà” , ha affermato la preside Angela Maria Pelosi.

Tutto il corpo docente e tutto il personale ATA hanno manifestato il proprio sdegno , si sono stretti intorno alla dirigente scolastica , reagendo  come comunità scolastica  ferita.

Anche gli studenti hanno, con grande decisione, stigmatizzato l’episodio con il seguente comunicato:

“ I sottoscritti Capitelli Giovanni, Insogna Pasquale, Parente Francesco e Pigna Alfredo, in qualità di rappresentanti d’Istituto del Telesi@, sicuri di interpretare il sentire comune degli studenti del nostro Istituto, condannano in modo fermo e totale gli atti vandalici perpetrati durante il fine settimana dell’1/05/2017 nei locali scolastici del Palazzo Volpe, sede dell’indirizzo Classico e Scientifico dell’I.I.S. Telesi@.

Tali atti non appartengono minimamente alla nostra cultura, alla nostra storia scolastica, ai nostri comportamenti sociali  e auspichiamo che il responsabile o i responsabili di tale ignobile attacco all’Istituzione Scolastica siano individuati e sottoposti alle sanzioni del caso. In ogni modo, il/i responsabile/i di tali gesti hanno la nostra riprovazione perché niente giustifica, o può giustificare l’accaduto. In una comunità educativa e culturale vige il metodo del rispetto e del confronto, non quello dell’affronto e del disprezzo.

Per tale motivo rinnoviamo la nostra condanna del gesto vandalico ed esprimiamo il pieno sostegno alla  nostra dirigente, ai nostri docenti a tutta la nostra Scuola che ha rappresentato e continuerà a rappresentare un luogo di formazione e di crescita culturale per le giovani generazioni e un presidio di civiltà per l’intero territorio.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...