Cronaca/Interno/Politica

Castelfranco Emilia (MO), Cristina Girotti Zirotti (Lega Nord): il rendiconto della gestione 2016 della Giunta Reggianini

Il solo PD Castelfranchese ha approvato, in ritardo rispetto al termine previsto ovvero il 30.04.17, il bilancio consuntivo 2016,  documento che, oltre a presentare  diverse “voci critiche” tra cui  il “fondo recupero crediti di dubbia esigibilità”, evidenzia come  lo stato del recupero crediti derivanti da evasione sia poco efficace, quasi inesistente in particolare per quanto attiene  la TARI.

Ancora una volta abbiamo sottolineato la recidiva  “gestione superficiale” dell’ASP Delia Repetto che sembra essere una “società offshore”  il cui Revisore non ha ancora prodotto documentazione obbligatoria per gli anni 2015-2016. Che dire…… il Sindaco Reggianini, che è anche Presidente dell’Assemblea dei Soci della stessa Asp, e la sua Giunta non hanno assunto nessun provvedimento ancorché sollecitati non solo da noi, ma anche dal Collegio dei Revisori dei Conti.

Nello stesso  bilancio si rileva che il “libro dei sogni delle opere pubbliche” presentate in sede di previsione sono state poi presto ridimensionate e non di poco.

Abbiamo ricordato come in sede di previsione, la Giunta Reggianini propose ed il PD approvò  la manovra fiscale di inasprimento IMU e TARI di € 1.030.000 che  emendammo senza successo per azzerarla, cosa che poi avvenne, per fortuna, ad opera della  legge di stabilità che vietò gli aumenti delle tasse e imposte locali.

Abbiamo ricordato il “regalo di Natale” fatto ai cavatori attraverso una riduzione degli oneri dovuti e dando il “via” alle nuove escavazioni di ghiaia e questo a discapito dei Cittadini, Piumazzesi in particolare; ci siamo soffermati sull’aumento degli “oneri di monetizzazione” dei parcheggi per cui è stato  triplicato il costo: è inaccettabile!!!  Ed al contempo diventa un incentivo all’abusivismo: non si può pagare un onere di oltre 3.000,00 euro per realizzare un piccolo gazebo!!!

Abbiamo con forza evidenziato l’accoglienza “ipocrita e buonista” deliberatamente voluta dalla Giunta Reggianini nel nostro Comune: vengono ospitati “richiedenti asilo” addirittura in misura superiore rispetto alla soglia massima di 3.28 “profughi” per mille abitanti, ma nonostante questo vogliono accoglierne altri 18 aderendo ad un altro progetto SPRAR con Unione Terre d’ Argine, Unione Terre dei Castelli, Unione del Sorbara e la Provincia di Modena, che costerà  circa 4.000.000 di euro per 100 “profughi-richiedenti asilo”.  E questo mentre  per gli aiuti – contribuzioni assistenziali sociali, per cui cresce sempre più il numero delle richieste, si registra una forte diminuzione dei fondi a disposizione, circostanza che, comunque, non sembra rilevante per la Giunta Reggianini che continua a spendere circa 25.000,00 euro mensili per l’appalto “Officine” al Cà Ranuzza.  Ricordiamo come la nostra proposta di inserire la residenzialità storica e la certificazione patrimoniale di ambasciate e consolati per i cittadini stranieri richiedenti “aiuti sociali” sia stata respinta.

Non abbiamo potuto non rimarcare la nostra forte critica e dissenso sul “trattamento” che la stessa Giunta ha riservato ai nostri Vigili e sulla gestione della  “riorganizzazione orari della Polizia Municipale”: mai si è visto nella storia del nostro Comune un trattamento così “irrispettoso” tanto che per la prima volta gli Agenti hanno scioperato!!! L’ Amministrazione e l’ Assessore Gargano  si vantano di aver assunto??? Solo dopo i detti scioperi, prese di posizione sindacali e le nostre reiterate sollecitazioni, la Giunta decise “spintaneamente” di variare il piano occupazionale del personale, ma ricordiamo che al 01.01.2016 vi erano 24 “Vigili” effettivi ed oggi 05.05.17, dopo una assunzione del 1 maggio, sono rimasti in 23.

Siamo poi orgogliosi di aver fatto la scelta lungimirante di proporre al Consiglio Comunale il “Controllo Del Vicinato”, perché volevamo avesse una valenza forte e condivisa proprio per dare un buon esempio e  strumento a tutti i Cittadini e  metterli “in rete” fra loro e con le forze dell’ordine, così da avviare un vero e proprio progetto di “sicurezza integrata”.

Sempre in materia di sicurezza, nonostante avessimo segnalato al Consiglio il bando sicurezza – videosorveglianza della Regione Emilia Romagna,  il Comune non vi ha partecipato ! Perché? Non ne abbiamo forse bisogno??? Nel rimarcare l’allarme sullo stato di insicurezza a Castelfranco Emilia ed ancora in attesa dall’Assessore Gargano  dei dati sui reati del 2015 e del 2016. Abbiamo evidenziato come per noi la sicurezza sia un obiettivo prioritario e come invece per la Giunta Reggianini ed il PD Castelfranchese abbia invece un valore “relativo”: se per loro 40.000 euro per un addetto stampa sono un investimento “per autopromuoversi”, per noi potevano essere impiegati diversamente….. certamente tutte scelte politiche che i Cittadini sapranno valutare .

Castèl  – Castelfranco Emilia (Mòdna-Modena), 05.05.2017

 

Cristina Girotti Zirotti

Capogruppo Lega Nord

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...