Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Il lessico famigliare dei Renzi’s “informali”

(A. Robecchi – il Fatto Quotidiano) – Bisogna capirli, quelli che si stancano delle cattiverie della politica e si rifugiano in famiglia. È che cercano serenità e armonia, poverini, e trovano requie solo nelle affettuosità tra parenti, nelle morbide tenerezze del lessico famigliare. Tipo Matteo Renzi a Tiziano Renzi: “Non ti credo! (…) Non è più la questione della Madonnina e del giro di merda di Firenze per Medjugorie”. Perbacco, informale, il ragazzo! Capace della schietta confidenza che si ha con chi si ama. Un figliuolo affettuoso, così dolce con l’anziano babbo, trattato come un minus habens che da parte sua balbetta: “Non me lo ricordo… Se ’un me lo ricordo ’un posso farci nulla”.

Un babbo intimidito dalla volgarità del pargolo, già lupetto, che si ritrae, si fa piccolo, ma capisce, cuore di babbo. Poi, smesso di fare l’agnellino intimorito col figlio potente che lo cazzia manco fosse un Orfini, si rifà sul cronista, più o meno come quelli che picchiano i bambini quando perde la squadra del cuore: “Mi avete rotto i coglioni! Fuori dalle palle!”. Gentile. Per poi chiosare con un sentito “Vaffanculo!”. Vabbè, cose tra maschi, si può capire.

Per fortuna c’è mamma Laura preoccupata per certe fatture che dice di essere “nella merda”: “C’è un sacco di gente, stronzi, che non mi stanno pagando (…) Però dico, cazzo!…”, tanto per chiarire che il lessico è proprio famigliare. Che bel quadretto. Pare di vederli a tavola, felici: “Passami il sale, coglione”. “Prenditelo da solo, cazzaro!”.

Fortuna che Matteo alla mamma ci tiene, e consiglia il babbo di non metterla in mezzo: “Non dire che c’era mamma, altrimenti interrogano anche lei”. C’è da capirlo: non sia mai che mamma Laura si sieda davanti a un giudice per dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità e cominci a deporre compìta: “E porca puttana, vostro onore, checcazzo!…”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...