Campania/Cronaca/Interno/Sport

Luvo Barattoli Arzano e Lorena Coppola avanti insieme a braccetto

La palleggiatrice resta con la maglietta della società del presidente Piscopo

Comincia l’avventura tricolore per la squadra Under 18 femminile

Ancora un anno insieme. Restano intrecciate le strade della Luvo Barattoli Arzano e di Lorena Coppola. L’intesa fra la società di Raffaele Piscopo e la palleggiatrice è stata raggiunta in pochi secondi: “Volevo restare in questa squadra e con questa maglietta -racconta Lorena- e non ci sono volute troppe parole per trovare il modo di proseguire nel migliore dei modi”.

Per il terzo anno consecutivo avrà il compito di coordinare il gioco arzanese. La prima stagione esaltante fino ai playoff finali ma anche quella appena lasciata alle spalle ha regalato le sue emozioni. “Riuscire a salvarci nel modo che tutti sappiamo -ricorda- ha trasformato un campionato che rischiava di essere anonimo o peggio ancora negativo in qualcosa da ricordare per sempre. Abbiamo lottato fino all’ultima palla, ci abbiamo sempre creduto e dobbiamo anche ringraziare l’allenatore che ci ha accompagnato nell’impresa. Dopo un girone di andata dove ci fermavamo spesso all’ultima palla, nel ritorno le cose sono andate diversamente. Siamo cresciute, grazie anche al ritorno di Campolo, ed abbiamo portato a termine l’obiettivo salvezza. Devo dire brave a tutte le mie compagne”.

Si volta pagina e si guarda direttamente al futuro: “A prescindere da quello che faranno le nostre future rivali, la prossima deve essere una stagione completamente diversa. La Luvo Barattoli Arzano deve ritornare ad essere una spina nel fianco per ogni avversaria dalla prima all’ultima giornata di campionato. Sono sicura che faremo alla grande la nostra parte” conclude Lorena Coppola.

Mentre la prima squadra guarda al futuro per la formazione Under 18 oggi è cominciata l’avventura delle finali Nazionali di Modena.  Questa mattina oltre 400 ragazze delle sedici formazioni provenienti da tutt’Italia hanno sfilato per le vie del centro storico di Modena, accompagnate a ritmo di musica da un’entusiasmante band di fiati.

Il corteo si è dato appuntamento alle 10.30 ai piedi dell’Accademia Militare di Modena in Piazza Roma, per poi percorrere tutta Via Farini e Via Emilia, prima di fare un ingresso trionfale in Piazza Grande, tra il Duomo e il Palazzo Comunale. È stato poi il turno del Sindaco della Città di Modena Gian Carlo Muzzarelli e dell’Assessore allo Sport Giulio Guerzoni dare il benvenuto ufficiale alle delegazioni con un in bocca al lupo a tutte le squadre, che avranno l’onere e l’onore di giocare in quella che – oramai – è diventa la città simbolo della pallavolo.

Chiusa la cerimonia di benvenuto si è poi svolta la consueta riunione tecnica, dedicata ad allenatori e dirigenti oltre che ricevere i saluti dei padroni di casa, Marco Neviani, Presidente della Scuola di Pallavolo Anderlini, Carmelo Borruto, Presidente della Volley Academy Modena, Silvano Brusori, Presidente del Comitato Fipav Regionale Emilia Romagna, Eugenio Gollini, Presidente del Comitato Fipav Provinciale di Modena, Gianfranco Salmaso, Consigliere Federale, e Marco Zucchi, Giudice Sportivo Regionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...