Campania/Cronaca/Interno

Caserta: “Giornata dell’Ammalato” a Casolla il 25 Giugno 2017

Vista come una giornata “oltre la Reggia” alla scoperta dei tesori e degli avvenimenti della nostra terra

Casolla è una frazione di Caserta, ubicata tra questa e Casertavecchia ed è un piccolo tesoro sia per i resti archeologici rinvenuti che per i personaggi e famiglie illustri che vi hanno dimorato.

Oltre alle indelebili tracce del periodo classico romano, possiamo annoverare la presenza di siti che vanno dal Medioevo al Barocco, senza contare l’influsso che i Padri Benedettini hanno dato con il complesso monastico dell’Abbazia di San Pietro ad Montes. Proprio a quei monaci si deve l’attività industriale di Casolla fino agli anni’50, con la produzione tra l’altro della colla ed ancora oggi possiamo osservare le “collere”, i caratteristici sottotetti dei palazzi per l’essiccazione del prodotto.

Da molti anni l’Associazione Culturale “SAN RUFO RINASCE” (www.facebook.com/sanruforinasce), l’ultima settimana di Aprile, promuove conferenze e dibattiti per far conoscere e valorizzare i “tesori” di Casolla, Piedimonte e Staturano tra i quali appunto c’è il restauro e gli approfondimenti sulla Chiesa di San Rufo (a. 1113).

Dobbiamo ricordare anche il successo e la grande partecipazione dell’annuale storica “passeggiata di San Silvestro sull’Acquedotto Carolino” che dal Monte Taburno (BN) porta l’acqua a San Leucio per alimentare le cascate e le fontane della Reggia di Caserta e non solo.

Ricordiamo inoltre che a Staturano, in via San Rocco abitò in una casa di proprietà della Chiesa di San Rufo, Giovanni Graefer figlio del botanico John Andrew Graefer, esecutore e coordinatore del Giardino Inglese della Reggia e lui stesso si adoperò sia per il completamento che per la sua manutenzione; tra l’altro sposò la N.D. Maria Maddalena Giaquinto di Casolla.

I Convenuti saranno ospitati nel Palazzo Piazza dove nel Giugno del 1891 Clotilde Micheli di Imer (TN), futura Beata Madre Serafina, Concetta Massari e tre ragazze di Casolla, le due sorelle Luisa e Rosa Piazza e Filomena Scaringi, fondarono la Congregazione delle Suore degli Angeli che con il loro esempio ed abnegazione lasciarono un segno indelebile e, l’allora Parroco di Casolla, Arciprete  Giuseppe Tescione, il 24 Febbraio 1893 poteva scrivere: “Presso il Sig. Piazza si educano nel Santo timore di Dio parecchie donzelle povere, ivi compiendosi le più devote pratiche di pietà e di religione. L’Opera è sotto la direzione di zelanti Suore de’ Sacratissimi Cuori, che godono fama di Santità ed alle quali si attribuiscono clamorosi miracoli”.

Nel predetto Palazzo un pronipote di questa famiglia, da molti anni, con l’insostituibile collaborazione dell’Istituto delle Suore degli Angeli “Mater Amabilis” di Casagiove, di alcuni “casollesi” ed alla Parrocchia dei SS. Lorenzo M. e Rufo, organizzano la “Giornata per i disabili”.

Ricordiamo che Marco Rossi, con il Dott. Nicola Modugno, neurologo al Neuromed di Pozzilli, porta avanti l’associazione “ParkinZone Onlus” che si dedica agli ammalati di parkinson e da anni, assieme a “il Girasole” di S. Nicola La Strada promuove, alla Reggia di Caserta, la “Giornata del Sorriso” con il determinante contributo della Dott.ssa Dolores Peduto del Polo Museale di Caserta.

Al termine della giornata sarà celebrata la S. Messa officiata da don Nicola Lombardi, animata dalle Suore degli Angeli di Casagiove, con riflessioni sulla vita e gl’insegnamenti della Beata M. Serafina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...