Campania/Cronaca/Interno/Napoli

Università Federico II: Link Napoli unica forza contro gli aumenti delle tasse

LINK UNICA FORZA CHE VOTA CONTRO GLI AUMENTI DELLE TASSE! SEMPRE DALLA PARTE DEGLI STUDENTI.

 

Ieri, 26 Giugno, si è riunito in modalità straordinaria il Consiglio degli Studenti di Ateneo della Federico II per dare parere sulla proposta del Regolamento Tasse proveniente dalla Commissione. Link Napoli – Sindacato studentesco ha deciso di votare contro poiché il modello prevede aumenti notevoli per gli studenti “non meritevoli” e per i fuoricorso, così come abbiamo già avuto modo di affermare (https://www.facebook.com/linknapoli/photos/a.801797046529562.1073741829.790686044307329/1600610049981587/?type=3&theater)

<< Da sempre, – dichiara Gennaro Piccirillo, coordinatore di Link Napoli – ci battiamo per un un’università gratuita per tutti e per tutte e con piacere abbiamo apprezzato la nuova normativa contenuta nella Legge di stabilità che prevede esenzione dalle tasse per gli studenti fino a 13000 € di ISEE neoimmatricolati o che rispettano criteri di merito ( 10 CFU dopo il primo anno, 25 CFU per gli altri anni, fino al primo anno fuori corso) e forti sconti per gli studenti tra 13000 e 30000 € di ISEE.  Questa manovra però invece che essere pagata dal Ministero, verrà completamente pagata dagli studenti “non meritevoli” e dagli studenti fuoricorso (oltre il 60% degli studenti della Federico II risultano essere in questa condizione) che vedranno aumenti anche di 3/400 euro per i redditi oltre i  30000 € di ISEE ! Come si può a fine anno accademico dire agli studenti che in base ai cfu che hanno conseguito pagheranno più o meno tasse? Come si può avere lo stesso metro nel conteggio dei cfu per quei corsi di laurea per cui 3 esami sono 30 cfu (e quindi si viene considerati “meritevoli”) e per quei corsi di laurea per cui 3 esami sono 24 cfu (e quindi si viene considerati non meritevoli, con aumenti sostanziosi delle tasse)? >>

<<Abbiamo chiesto – ribadisce Raffaele Giovine, Rappresentante al Consiglio degli Studenti e membro Commissione Tasse Federico II – in maniera forte e chiara che non ci fossero aumenti delle tasse. Abbiamo chiesto che in questo periodo di crisi non ci fossero aumenti sulla testa degli studenti che si sono trovati a pagare già più tasse dopo la riforma dell’ISEE. Dal nostro punto di vista, bastava costruire un modello che considerasse come entrate da raggiungere quelle del penultimo anno. L’Università non ha voluto fare carte. Noi non ci fermiamo. Ci stupiamo che Confederazione degli Studenti (ASSI, ASMED, StudentiGiurisprudenza.it, ASU, etc.) e il gruppo Universo abbiano espresso parere favorevole a questi aumenti e continueremo questa battaglia sia per chiedere all’università di considerare come gettito quello del penultimo anno, sia per chiedere al Ministero di intervenire per finanziare questa manovra che penalizza particolarmente la Federico II (da questa manovra il nostro ateneo perde 16milioni di euro che pagheranno gli studenti).>>

 

Ufficio stampa Link Napoli

Gennaro Piccirillo, coordinatore Link Napoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...