Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

L’invasione che oggi il papato incoraggia

Non aveva dubbi, don Ludovico Antonio Muratori, nel settecento, che il papato proteggeva l’Italia dall’invasione tedesca e musulmana. Ma oggi?

(di Camillo Langone – ilfoglio.it) – “Non havvi dubbio che, senza la presenza del papato a Roma, l’Italia sopra gli Appennini sarebbe divenuta una provincia tedesca. E la parte peninsulare della regione italica sarebbe da gran tempo una provincia musulmana”. Purtroppo devo avvisarti, don Ludovico Antonio Muratori, padre della storiografia italiana, che questa tua settecentesca affermazione oggi non è più valida. Oggi la presenza del papato a Roma sembra svolgere una funzione opposta: incoraggiando la presente invasione sembra promuovere e benedire l’islamizzazione conseguente. E non solo della parte peninsulare ma dell’Italia intera: gli austriaci hanno schierato i blindati al Brennero, non sulla linea gotica. Posso esplicitare questa riflessione restando cattolico praticante anche perché tu, restando prete cattolico, nella “Piena esposizione dei diritti imperiali ed estensi in proposito delle controversie di Comacchio” spiegasti che il Papa quando scende in politica (succedeva ai tuoi tempi, succede ai miei) si mette allo stesso livello degli altri soggetti politici consentendo che le proprie parole diventino opinabili e non vincolanti. E nemmeno su questo vi sia dubbio alcuno.

Annunci

One thought on “L’invasione che oggi il papato incoraggia

  1. Sono pienamente d’accordo. La carità è sempre rivolta a un Tu, è comunque un’azione individuale anche se estesa a soggetti molteplici. Ma quando parliamo di orde, di masse, si tratta di atteggiamento di puro compiacimento (o compiacenza) politico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...