Campania/Cronaca/Interno/Politica

Il Vice Presidente della Regione Campania Bonavitacola in visita al Pd di Giugliano. Lettera del Partito: “Vogliamo garanzie sui temi ambientali”

Conoscere minuziosamente lo stato dell’arte relativo alla “questione ecoballe, rimodulazione degli impianti di trattamento rifiuti sulla scorta dei principi di “perequazione” e “prossimità” così da non sovraccaricare il nostro Territorio, una rendicontazione di tutte le risorse economico-finanziarie stanziate per la “Terra dei Fuochi”, quali forme di “ristoro” sono state previste dalla Regione Campania a parziale “compensazione” per le incalcolabili vessazioni ambientali subite, quali politiche di rilancio per il nostro Territorio: queste le richieste contenute nella lettera consegnata dal PD di Giugliano al Vice Presidente della Regione Campania e Assessore all’Ambiente Fulvio Bonavitacola in visita stamattina nella sede del circolo dei Democrat. Presente il gruppo consiliare del Pd, il segretario Pietro Di Girolamo e una folta rappresentanza del direttivo. “Questo territorio ha già sofferto molto e ha tante ferite ancora aperte a causa dei disastri del passato, ora bisogna pensare solo alla bonifica ed a rilanciare la città di Giugliano – ha dichiarato il Capogruppo Nicola Pirozzi. “Siamo al fianco del Presidente della Regione Vincenzo De Luca, ma allo stesso tempo amiamo il nostro territorio e per questo chiediamo chiarezza su determinate questioni ambientali che preoccupano la cittadinanza che rappresentiamo”. Il Segretario del Pd Di Girolamo ha dichiarato: “Vogliamo garanzie sul rilancio della città di Giugliano, grande come Salerno ma mortificata fin troppo. Ringraziamo il Vice Presidente Bonavitacola per la visita al circolo, a lui rivolgiamo l’appello di una maggiore attenzione sui temi da noi sottolineati nella lettera che gli abbiamo consegnato riguardante i temi delle ecoballe, biodigestore, compostaggio, ampliamento Stir ed emergenza roghi tossici.

Il Vice Presidente della Regione Bonavitacola ha ripercorso quanto fatto dall’estate 2015, data di insediamento della nuova giunta regionale, fino ad oggi, a partire dalla cancellazione del Termovalorizzatore dal Piano Regionale dei rifiuti e l’avvio delle procedure di smaltimento delle ecoballe. “E’ importante il momento di confronto e di dialogo, Bonavitacola ci ha assicurato che ci renderà partecipi di qualsiasi decisione che verrà presa sui temi da noi evidenziati- Noi vigileremo sulle operazioni nell’unico interesse della tutela della cittadinanza giuglianese”, conclude il Segretario Pd Giugliano.

 

AL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA VINCENZO DE LUCA

AL VICE PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA DOTT. FULVIO BONAVITACOLA

 

PREMESSO CHE :

-il PRGRU della Regione Campania nel rispetto dei principi e delle finalità di cui al d.lgs.n.152/2006 stabilisce i requisiti, i criteri e le modalità per l’esercizio delle attività di programmazione relative alla gestione dei rifiuti;

-la tipologia e il complesso degli impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti urbani da realizzare nella Regione, devono tener conto dell’obiettivo di assicurare la gestione dei rifiuti urbani non pericolosi all’interno degli ATO;

-il complesso delle attività e dei fabbisogni degli impianti necessari a garantire la gestione dei rifiuti urbani deve avvenire secondo criteri di trasparenza, efficacia, efficienza, economicità, autosufficienza;

-la legge definisce l’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) come la dimensione territoriale per lo svolgimento, da parte dei Comuni in forma obbligatoriamente associata, delle funzioni relative alla gestione dei rifiuti urbani secondo i principi  di efficienza, efficacia,  economicità, trasparenza e sostenibilità ambientale;

-la delimitazione è riferita all’obiettivo del raggiungimento di economie di scala e differenziazione, tenuto conto prioritariamente dei principi di autosufficienza e prossimità, secondo le caratteristiche di ciascun territorio in base ai fattori fisici, demografici, tecnici, e di ripartizione politico-amministrativa che si conciliano con il principio di autosufficienza nella gestione delle principali fasi di gestione dei rifiuti ad eccezione della fase residuale di smaltimento finale da realizzare su scala regionale;

-la Regione Campania, al fine di realizzare impianti di trattamento della F.O.R.S.U. (Frazione Organica del Rifiuto Solido Urbano) ha diffuso , mediante un avviso pubblico,  in data 12 maggio 2016, la volontà ad acquisire la manifestazione di interesse da parte delle Amministrazioni comunali che propongano siti sul proprio territorio per la localizzazione di impianti di valorizzazione della frazione organica da raccolta differenziata;

-tra le istanze pervenute risulta esservi quella del Comune di Giugliano in Campania (revamping STIR-Giugliano) avente una capacità annua di trattamento pari a 60.000 tonnellate;

-sul territorio del Comune di Giugliano in Campania sono previsti altri  due impianti di trattamento della F.O.R.S.U. di natura privata (URBEI avente una capacità annua di trattamento pari A 36.000 tonnellate)e (CASTALDO ITEC avente una capacità annua di trattamento pari  a 65.000 tonnellate)

-sul Territorio Comunale sono inoltre presenti circa 2.300.000 “Ecoballe” ancora da smaltire;

-sul territorio Comunale la compromissione ambientale , costituisce oramai fatto notorio all’opinione pubblica nazionale ed internazionale ,documentata com’è nella “Relazione territoriale sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti tossici nella Regione Campania” predisposta dalla competente Commissione Parlamentare d’Inchiesta della XVI legislatura;

-si fatica a comprendere i criteri secondo i quali si è proceduto ad individuare il Comune di Giugliano in Campania adatto ad “ospitare” ulteriori impianti per la realizzazione del ciclo integrato dei rifiuti;

CHIEDIAMO

-di conoscere minuziosamente lo stato dell’ arte relativo alla “questione ecoballe” e prendere visione di tutte le attività poste in essere dalla Regione Campania tese alla rimozione delle “balle” medesime;

– la rimodulazione degli impianti citati in premessa , sulla scorta dei principi di “perequazione” e“prossimità” così da non sovraccaricare il Nostro Territorio a detrimento della popolazione ;

-una rendicontazione di tutte le risorse economico-finanziarie stanziate per la “Terra dei Fuochi”, poiché, seriamente preoccupati circa l’utilizzo di tali risorse;

-quali forme di “ristoro” sono state previste dalla Regione Campania a parziale “compensazione” per le incalcolabili vessazioni ambientali subite;

-quali politiche di rilancio per il Nostro Territorio;

Confidiamo in risposte celeri, circostanziate ed adeguate alle problematiche che “riassuntivamente” abbiamo esposto e siamo pronti a porre in essere azioni conseguenziali in caso contrario .

Giugliano lì 08-07-2017

Pd  GIUGLIANO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...