Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

“One Direction”: di Marco Travaglio

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – È una vera disdetta che Renzi abbia abolito lo streaming proprio per la Direzione del Pd dell’altra sera, quando c’era da divertirsi un po’. E non solo per la parola “Direzione” che, per un partito che non sa da dove viene né dove va, è già uno spasso. Finora le Direzioni del Pd erano una via di mezzo tra un comizio di Kim Jong-un e un proclama del califfo Al Baghdadi dal minareto. Lo schema era semplice e pratico: Lui parlava, gli altri annuivano e i più temerari applaudivano. Almeno finché Lui vinceva, distribuiva poltrone e non aveva il babbo indagato – scrive Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano nell’editoriale di oggi 8 luglio 2017, dal titolo “One Direction?”.

Poi qualcuno chiese di discutere ed eventualmente – con la dovuta prudenza, si capisce – dissentire. Lui rispose che non era il momento, ma un giorno sarebbe venuto il momento di parlare anche per gli altri. Intanto perdeva elezioni, referendum, comuni, regioni, leggi, decreti, pezzi di partito, alleati, amici, parenti, servi, camerieri, leccaculi, e il momento non arrivava mai.

Fino all’altroieri, giorno che passerà alla Storia come la seconda rivolta di Spartacus, al secolo Dario Franceschini. Pare – ma, in mancanza di diretta streaming, si tratta solo di tradizione orale – che il Caro Dario abbia addirittura parlato. E, fatto ancor più incredibile, in dissenso da Lui.

A quel punto, scoperto che si poteva financo parlare senza essere crocefissi in sala mensa, altri hanno seguito il suo esempio. Senza neppure una telecamera che immortalasse la storica svolta. Noi, comunque, grazie alle nostre proverbiali fonti che non sveleremo a nessuna procura neppure sotto tortura, siamo in grado di ricostruire la scena nel dettaglio.

Matteo Orfini (presidente): “Benvenuti alla Direzione del Pd. Dichiaro aperta la discussione, cioè do la parola all’unico Matteo abilitato a parlare. No, non a me, che avete capito: al Matteo Maior, quello che comanda. Prego, Sire”.

Matteo Renzi (segretario): “Grazie, minor. Allora, ragazzi, se nessuno come sempre ha niente da dire, dichiaro chiusa la discussione e andiamo a cena, ché s’è fatta una certa”.

Dario Franceschini: “Chiusa un par di palle: io voglio parlare”.

Renzi: “Quousque sidecar, Caterina, bufere presenza nostrorum?”.

Franceschini: “Tandem, Matteo, si dice tandem, non sidecar. E Catenina, non Caterina”.

Renzi:“E chi sei tu, traditore, per contraddirmi?”.

Franceschini: “Il ministro dei Beni Culturali. Chiedi a Valeria Fedeli, se non ti fidi”.

Valeria Fedeli: “Confermo la versione del compagno che mi ha preceduto”.

Renzi:“Seee, ha parlato la falsa laureata”.

Carlo Calenda: “Veramente era Catilina, non Catenina”.

Orfini: “Dunque il compagno Calenda conferma che fa parte dei congiurati?”.

Calenda: “No, ho solo letto qualche libro a casa di mamma”.

Andrea Romano: “Ancora con questi soloni, professoroni, gufi e rosiconi? Veniamo al sodo: vi ho portato fresco di stampante l’ultimo numero di Democratica, il succulento e ironico giornale in Pdf del nostro partito che ho l’onore di curare con il nostro columnist Mario Lavia. In Rete va già a ruba: l’hanno scaricato ben 13 persone che, considerando il periodo estivo, con tutta la mia famiglia in ferie, sono una cifra ragguardevole”.

Renzi: “Questo levatemelo di torno, sta sul cazzo anche a se stesso, figurarsi agli altri. Chi me l’ha fatto fare di dargli vitto e alloggio per far contenta la buonanima di Monti, che non lo sopportava più”.

Gennaro Migliore: “Chiedo la parola per fatto personale”.

Orfini: “Chi ha parlato?”.

Migliore: “Sono Gennaro, quello che stava con Sel e ora sta con voi per un misero posto di sottosegretario”.

Orfini:“Ah, Jenny ’a Poltrona. Che fatto personale?”.

Migliore: “In rappresentanza di tutti quelli che si stanno sul cazzo da soli, vorrei testimoniare la mia vicin…”.

Renzi: “Zitto e applaudi, che è l’unica cosa che sai fare”.

Migliore: “Ok, Maestà, come non detto. Clap clap”.

Renzi: “Ecco, bravo. Franceschini, avevi finito?”.

Franceschini: “No, avevo appena cominciato. Senza alleanze, si perde”.

Renzi: “Se è per questo, riesco a perdere anche con le alleanze, vedi elezioni comunali. Bisogna inventarsi qualcosa di nuovo”.

Andrea Orlando: “Giusto, è quel che dico anch’io. Dobbiamo aprire a Pisapia”.

Renzi: “Bravo, ideona. E perché non a Moana Pozzi, Marilyn Monroe e Amedeo Nazzari?”.

Orlando: “Ma sono tutti morti”.

Renzi: “Ecco, appunto. Pisapippa non lo vota manco sua moglie”

Alessia Morani e Alessia Rotta (in coro): “Ah ah! Pisapippa, buona questa! Ma come ti vengono?”.

Michele Emiliano: “Veramente la battuta è di Grillo”.

Orfini: “Taci tu, grillino infiltrato”.

Renzi: “Sì, è di Grillo, e allora? Sto cercando di copiargli il blog e gli altri social, e gli frego pure le battute. Embè?”.

Claudio Velardi: “Matteo, non ti si può più ascoltare. Devi cambiare linguaggio e testa, dire cose nuove in una nuova lingua”.

Renzi: “Proprio tu parli di lingua? Ma non l’avevi consumata tutta con D’Alema, Bassolino e la Santanchè?”.

Velardi:“No, anche un po’con te, e comunque ne conservo sempre una puntina per chi viene dopo”.

Orfini:“Ma non andavi in coppia con Rondolino?”.

Velardi: “Fabri è fuggito in Nevada, non ne poteva più di andare in tv a prendere pesci in faccia per le vostre cazzate”.

Alessandra Moretti: “Ecco perché adesso invitano sempre me”.

Luca Lotti: “Non si potrebbe fare un po’ prestino? Ho un appuntamento in procura”.

Orfini: “Non prima che parli Maria Elena”.

Maria Elena Boschi: “Oh, finalmente ci si ricorda di me. Bastaunsì! Mai saputo nulla di Etruria! E querelo De Bortoli!”.

Renzi: “Grazie, Mariaele, va bene così (Sottovoce alla Serracchiani) Questa ce la siamo giocata… (Al microfono) Allora, se non c’è altro…”.

Franceschini: “C’è altro: parliamo di alleanze”.

Orlando: “Ci avevi promesso idee nuove”.

Renzi: “Ecco, ragazzi, ho giusto qui la copia-staffetta del mio nuovo libro Avanti, è tutto scritto lì. Ve la lascio, è omaggio”.

Romano: “Io l’ho già letto tre volte: un capolavoro, un best seller. Vi declamo il passo più pregnante: ‘Noi non abbiamo il dovere morale di accogliere i migranti. Dobbiamo aiutarli a casa loro’. Parole sante. Geniali. Da manuale”.

Orlando:“Mi sa che è il libro di un altro Matteo”.

Orfini: “Io non c’entro, mai avuto a che fare con libri in vita mia: ho un alibi di ferro”.

Orlando: “Parlavo di Salvini”.

Renzi: “Bravo, hai vinto la bambolina: ho plagiato Salvini. Noi, per battere i nostri avversari, dobbiamo anticiparli. E, se proprio non ci riusciamo, copiarli”.

Luigi Zanda: “Ma Repubblica dice che ci vuole lo Ius soli e che Salvini è culo e camicia con Casaleggio”.

Renzi: “Bravo, e tu credi ancora a Repubblica? Quelli stanno con Pisapippa”.

Lotti: “Silvio che dice?”.

Renzi:“Gli ho mandato le bozze: ha detto che la mia nuova linea sui migranti è un po’ estremista, ma può servire per la grande coalizione”.

Migliore: “C’è una grande colazione?”.

Renzi: “Coalizione, Jenny, coalizione: il prossimo governo Forza Italia-Lega-Fratelli d’Italia. Silvio dice che forse ce la fanno da soli. Ma, se poi dovesse mancargli qualche voto, invitano pure noi”.

Franceschini: “Vabbè, l’importante è che io torni in Parlamento. Mia moglie è già sistemata in Consiglio comunale. È andata così, a ’sto giro. Poteva andare peggio, tipo cercarsi un lavoro”.

Calenda: “Io ce l’ho già”.

Orlando: “Tanto il ministro della Giustizia non lo sapevo fare”.

Velardi: “A me la Meloni è sempre piaciuta un sacco”.

Orfini, Romano, Migliore, Rotta, Morani, Moretti, Lotti e Boschi: “È un bel segretario! Un genio! Un apostolo! Un santo!”.

Articolo intero su Il Fatto Quotidiano in edicola oggi.

Annunci

One thought on ““One Direction”: di Marco Travaglio

  1. Pingback: “È una vera disdetta che Renzi abbia abolito lo streaming proprio per la Direzione del Pd dell’altra sera, c’era da divertirsi un pò” Marco Travaglio asfalta il Pd – Info a 5 Stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...