Campania/Cronaca/Interno/Politica

Incendi Campania, A. Cesaro (FI): siamo alla catastrofe e De Luca è sparito

INCENDI, A. CESARO (FI): SIAMO ALLA CATASTROFE E DE LUCA È SPARITO, SUBITO CABINA REGIA CON SINDACI E AGGIORNAMENTO AIB

 

“Siamo di fronte ad una catastrofe e il governatore Vincenzo De Luca, che appena qualche mese fa presenziava alla consegna in pompa magna di ben 120 mezzi della Protezione Civile (che fine hanno fatto???), è letteralmente scomparso”. Lo afferma Armando Cesaro, Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania.

“Non è accettabile, né è pensabile – aggiunge Cesaro –, che di fronte a questa gravissima emergenza il Presidente della Regione non assuma iniziative efficaci costringendo gli operatori ad improvvisare interventi sulla base dell’emergenza”. Per Cesaro “è chiaro che senza un minimo di coordinamento, senza una cabina di regia o un’unità di crisi che coinvolga soprattutto i sindaci, non si va da nessuna parte. Anzi rischiamo di indebolire o, peggio, di rendere praticamente inutili gli sforzi incredibili che i Vigili del Fuoco, i Carabinieri Forestali e i volontari stanno compiendo per fermare gli incendi boschivi e, da non trascurare visto che spesso si sovrappongono, quelli dei rifiuti”.

“Allo stato, a fronte della oggettiva carenza di uomini e mezzi, – spiega l’esponente di Forza Italia – non esiste un coordinamento realmente efficace delle attività e, per di più, non c’è neppure l’aggiornamento del Piano Regionale Antincendi, l’Aib 2014-2016”, conclude Cesaro che su questo aspetto, ‘fondamentale in termini di programmazione e organizzazione’, annuncia la presentazione di un’interrogazione urgente al Presidente della Regione.

 

EMERGENZA INCENDI, FORZA ITALIA: GOVERNO DICHIARI SUBITO LO STATO DI EMERGENZA

 

Il Governo dichiari subito lo stato di emergenza in Campania. Lo chiedono i parlamentari campani di Forza Italia per i quali “la grave sottovalutazione degli incendi, i ritardi della Regione e la complessiva disorganizzazione in Campania non poteva che trasformare l’emergenza in una catastrofe dai danni incalcolabili”.

“E’ impensabile – aggiungono – fronteggiare questa situazione così drammatica sotto il profilo ambientale, sanitario e della sicurezza con qualche centinaio di uomini e due soli canadair a singhiozzo: serve subito la dichiarazione dello stato di emergenza ed un intervento deciso ed immediato di uomini e mezzi che coinvolga le regioni limitrofe, prima che la conta dei danni riveli l’irreparabilità”.

 

INCENDI. ZINZI: “LA CAMPANIA BRUCIA DA GIORNI, DOV’È LA FILIERA ISTITUZIONALE QUANDO SERVE”?

 

“Nelle ultime ore la Campania è in balìa di criminali ambientali che mettono a rischio il nostro patrimonio boschivo, la salute dei cittadini e l’economia di un’intera regione. Dai colli tifatini di Caserta al Vesuvio, passando per il rogo al sito di stoccaggio di rifiuti dell’Ilside a Bellona: siamo in presenza di un triste fenomeno la cui linea di confine si intreccia a quella della Terra dei Fuochi e che, tuttavia, ha smesso da tempo i caratteri dell’emergenza eccezionale per diventare una pratica illegale. Dinanzi a questa sistematicità registriamo una colpevole impreparazione del Governo e della Regione che evidentemente professa il mantra della filiera istituzionale solo in occasioni elettorali. Il disegno criminale alla base di questi incendi preoccupa e non poco, auspico una celere e come sempre solerte indagine della Magistratura per individuare eventuali interessi sottesi a questi eventi catastrofici”.

Così il presidente della Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche, ecomafie’ del Consiglio regionale, Gianpiero Zinzi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...