Campania/Cronaca/Interno/Politica

Caserta: senatori Romano e Capacchione… anche per i vaccini, ci ricorderemo!

Il 18 luglio ci sarà il voto decisivo al Senato, per l’approvazione dell’iniquo decreto legge Lorenzin (D.L. 73 del 7 giugno 2017). Dopo il “family day” ci ritroviamo ancora sullo stesso terreno, quello dei diritti fondamentali della famiglia (intendiamo ovviamente la vera famiglia, quella naturale). I fautori di una visione ideologica totalitaria vorrebbero imporre ai nostri figli un sovradosaggio farmacologico (i vaccini sono farmaci), in assenza di reali emergenze sanitarie e in costanza di allarmanti dati ufficiali (provenienti dall’AIFA e comunicati di recente anche alla Procura della Repubblica di Torino) circa migliaia di reazioni avverse gravi, dovute ai vaccini (con addirittura alcuni bimbi morti, anche di recente, dopo poche ore o giorni dalla seduta vaccinale).

Lo stesso Premier Gentiloni ha dichiarato che non esiste una emergenza sanitaria eppure si sta procedendo improvvidamente con un decreto legge (in palese violazione degli artt. 2, 29, 32 e 77 della Costituzione). La Costituzione, oramai è chiaro, esiste solo sulla carta. Chi vuole questa politica vaccinale impositiva e irragionevole, per scopi ideologico-politici lontani dal vero Bene comune ? Il Global Health Security Agenda (una sorta di braccio della Nazioni Unite, entità sovranazionale che da decenni persegue quello “sviluppo sostenibile” in cui sono inclusi il controllo delle nascite, la contraccezione, l’aborto, la diffusione del “gender”). Chi esegue l’ordine proveniente da quei potentati internazionali ? Il Governo Gentiloni, con Lorenzin in prima fila, e la oramai irrefrenabile furia ideologica anti-famiglia che connota il Partito Democratico. Molti, e anche Forza Italia. Chi spalleggia simile volontà totalitaria ? Troviamo anche parlamentari casertani. Vediamone un paio, i cui nomi ci ricorderemo.

Rosaria Capacchione del PD. La ritroviamo tra quei parlamentari che con maggiore accanimento volevano l’approvazione del disegno di legge Scalfarotto (cosiddetto ddl ”antiomofobia”), con cui si volevano mandare in galera tutti coloro che – cattolici o meno – ancora ritengono che la famiglia sia unica, formata da maschio e femmina stabilmente uniti e aperti naturalmente alla vita. La ritroviamo ora impegnata con tutti i suoi colleghi del PD a volerci imporre un autentico bombardamento vaccinale, per la gioia dei colossi farmaceutici. Proprio alla Capacchione vorremmo suggerire che non esiste solo il problema dei gangster del clan dei casalesi (che dopo pochi anni finiscono ammazzati o in galera). Esistono delle lobby potentissime e legalizzate, come quelle delle case farmaceutiche. Se ci si fa un nome come paladini dell’anticamorra e poi si appoggiano i grandi affari di potentati internazionali e delle case farmaceutiche (quelle che corruppero l’allora Ministro De Lorenzo con una tangente da 600 milioni perché venisse imposto il vaccino contro l’epatite B nel 1991) dov’è la coerenza ?

Lucio Romano, che si era dichiarato cattolico, per il quale si erano mossi ambienti vicini ai focolarini, per chiedere voti. Nonostante il chiaro Magistero della Chiesa Cattolica (si veda il Documento della Congregazione per la Dottrina della Fede del 2003, Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone dello stesso sesso), proprio il Senatore Lucio Romano votò a favore della legge sulle Unioni Civili, contribuendo a diffondere un modello antropologico e pedagogico devastante per le giovani generazioni. Ora vorrebbe che ai nostri piccoli venisse inoculata una mole di farmaci e tanto si sta spendendo, che era d’accordo (nella seduta del 14 giugno scorso in Commissione Affari Costituzionali) anche acchè fosse sottratta la potestà genitoriale a coloro  che temono per una simile coercizione vaccinale.

Cari Senatori Capacchione e Romano, cari nostri senatori e deputati, vorreste sottrarci i nostri figli, vorreste uno stato totalitario “terapeutico” e tecnocratico, volete imporre un sovradosaggio vaccinale in bimbi di tenerissima età senza reale necessità e senza che il loro organismo sia pronto ad accogliere l’immondizia presente in quei sieri (mercurio, alluminio, formaldeide, etc.). Ci dite che non ci sono soldi per la sicurezza, per gli invalidi, opprimete imprese e famiglie con una pressione fiscale iniqua e dite che non ci sono soldi, ma volete regalare alle case farmaceutiche miliardi di euro, arrischiando la vita e la salute dei nostri figli.

Cari Capacchione e Romano, cari parlamentari tutti, ci ricorderemo di voi alle elezioni prossime, ci ricorderemo di voi quando vorrete propinarci lezioni di “antimafia”, ci ricorderemo di voi quando vi presenterete a fianco di qualche Vescovo o Sacerdote in convegni-farsa, ci ricorderemo di voi, quando parlerete di legalità. Ci ricorderemo quando qualche amico cattolico, anzi pseudocattolico, avrà ancora l’ardire di chiederci voti per voi. Ci ricorderemo di voi, quando ci parlerete dei bambini e dei loro diritti. Ricorderemo i vostri nomi e ne parleremo, ricorderemo i vostri partiti dal volto sempre più oscuro e totalitario, asservito alle lobby internazionali. Ci ricorderemo di voi quando molte famiglie preferiranno abbandonare l’Italia, lasciando il nostro paese al caos dei flussi migratori incontrollati, che volete favorire con lo “jus soli”. Ci ricorderemo di voi quando molte di noi famiglie verranno sanzionate per il dissenso vaccinale mentre voi godrete ancora stipendio e prebende parlamentari.

Ci ricorderemo, senza odio, anzi pregheremo per voi. Sottrarremo i nostri piccoli ai “nuovi Erode”, i burocrati che voi state armando, perché la famiglia viene prima dello Stato e della vostra politica contraria alla natura e alla ragione (e anche alla stessa scienza). Pregheremo affinché voi e gli altri vostri colleghi almeno un giorno possiate ricordare le parole del Vangelo: “Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare…Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli..” (Mt 18,6).

 

Avv. Fabio Candalino, “Liberi di scegliere – comitato contro l’abuso e l’obbligatorietà dei vaccini” – Caserta/Napoli

(per ulteriori approfondimenti della questione cfr. www.noabusovacini.it e i siti del COMILVA, VA.LI.CA., Codacons)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...