Cronaca/Editoriali/Interno

Pietrangelo Buttafuoco: “Il caldo è boia”

Manca il respiro e la temperatura manda in ebollizione i pensieri e non la lucidità. Avesse vinto il sì al referendum….

 

(di Pietrangelo Buttafuoco) – Il caldo è boia. Neppure l’aria condizionata in macchina funziona, eppure l’auto è nuova ma l’afa è insopportabile. Ogni telefonata, da ogni angolo d’Italia, è un bollettino: 40 gradi veri, altro che percepiti. Così in Padania, a Lampedusa, in Friuli, in Sardegna, nelle Puglie, nelle Calabrie e anche ad alta quota: il caldo insegue gli italiani ovunque. Ed è proprio boia. La notte, a letto, il lenzuolo diventa un cellophane e la pelle diventa sugna liquida. Manca il respiro e la temperatura manda in ebollizione i pensieri e non la lucidità. Diciamola, dunque, la verità: se avesse vinto il Sì al referendum di Matteo Renzi oggi in Italia non ci sarebbe tutto questo caldo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...