Benevento/Campania/Cronaca/Interno

Vigili del Fuoco Volontari indagati a Ragusa, Conapo Benevento: mai più retribuzione, vero volontariato è gratis

BENEVENTO:  – “La notizia dell’arresto di 15 vigili del fuoco volontari di Ragusa che provocavano incendi e simulavano richieste di soccorso per trarne un illecito compenso, non può e non deve sporcare l’immagine dell’intero corpo nazionale”. Così interviene Livio CAVUOTO, segretario provinciale del CONAPO di Benevento.

“Mai più retribuzione oraria ai volontari a chiamata dei vigili del fuoco. Il vero volontariato non deve essere retribuito ma solo rimborsato, anche della eventuale giornata lavorativa persa per fare il pompiere. E’ una riforma che come CONAPO chiediamo da anni – prosegue Cavuoto – e che doveva trovare soluzione nel decreto delegato della legge Madia entrato in vigore a luglio di riordino del Corpo, ma così purtroppo non è stato”.

Senza entrare nel merito della vicenda, ancora al vaglio della magistratura cui il Comando dei vigili del fuoco di Ragusa si era rivolto, ci auguriamo che si faccia la massima chiarezza e che i responsabili, se riconosciuti colpevoli dei gravissimi fatti accaduti, vengano puniti in modo esemplare e che non indossino mai più la divisa dei pompieri.

In conclusione è doveroso precisare tuttavia – prosegue il rappresentante del CONAPO – che gi arrestati non sono personale di ruolo dei vigili del fuoco, sono invece inquadrati tra i volontari i quali non sono vincolati da rapporto di impiego con l’amministrazione. I volontari vengono impiegati temporaneamente, a richiesta, quando se ne ravvede la necessità e retribuiti ad ore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...