Cronaca/Editoriali/Scienza e Tecnologia

Da Huxley al Nobel Ishiguro: la realtà raggiunge la fantasia

Clonate due scimmie, ora tocca all’uomo. Siamo vicini al punto di non ritorno

( ilgiornale.it) – Il prossimo sarai tu e il guaio è se non te lo dicono. Hua Hua e Zhong Zhong sono due macachi, una femmina e un maschio, e esistono da otto settimane.

Non sanno nulla delle loro origini. Non se lo chiedono o magari chiameranno quell’ombra in camice bianco Dio. Non capisco neppure il motivo per cui stanno in questo mondo. Hanno sentito solo alcune parole: ricerca, scienza, genetica, cloni, clonazione, Dolly. E poi frasi smozzicate, usati, un passo avanti, sperimentazione, e poi la più brutta di tutte: pezzi di ricambio. Magari non sarà così. Dio è buono.

La grande paura è che Hua Hua e Zhong Zhong siano come Kathy, Tommy e Ruth. Siccome i macachi sono appena nati non hanno letto Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro, l’ultimo premio Nobel. Non hanno neppure mai ascoltato la canzone di Judy Bridgewater che ha ispirato il titolo. Come fa Never Let Me Go? Non importa. Kathy, Tommy e Ruth sono tre alunni di Hailsham, un collegio immerso nella campagna inglese e completamente isolato dal mondo esterno. Qui studiano e sembrano avere una sensibilità artistica speciale. Forse è per questo che un giorno li portano a vivere in un «cottage», una sorta di fattoria del talento, dove vivono e oziano a spese dello Stato. Quello che non sanno è che sono «donatori». Sono stati clonati per usare gli organi come pezzi di ricambio.

È la stessa cosa che avviene in The Island, un film con Ewan McGregor e Scarlett Johansson del 2005. Qui i protagonisti si chiamano Six Echo e Two-Delta e il genetista che li ha creati annuncia al mondo: «Ho trovato il Santo Graal della scienza, tra due anni potrò curare la leucemia dei bambini». Volete sapere in che futuro è ambientato? Nel 2019. Qualche giro di orologio e ci siamo.

L’anno Ford 632 invece è ancora lontano. È quello di Il mondo nuovo di Aldous Huxley. È il romanzo distopico che sta raccontando quello che siamo e quello che saremo. Solo che è stato scritto nel 1932. È una società il cui motto è «Comunità, Identità, Stabilità». Gli embrioni umani vengono prodotti in fabbrica e pianificati dai coordinatori mondiali. Ci sono le caste come in tutti i luoghi dove gli uomini sognano il paradiso in terra. Alfa quelli che comandano, beta gli amministrativi, gamma, delta ed epsilon a faticare. I cittadini del mondo nuovo non hanno alcuna memoria della storia e del passato. Sanno solo che un tempo l’umanità viveva nella barbarie e questo è il migliore dei mondi possibili.

Spacciati? James Beauseigneur ha scritto un romanzo che si chiama A sua immagine. Racconta la clonazione di Cristo grazie a un frammento della Sindone. Il motivo per cui torna è nella visione di Giovanni, l’evangelista. È l’apocalisse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.