Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Luigi Bisignani: “Preferenze perdute”

(Luigi Bisignani per Il Tempo) – Speriamo che gli elettori si dimentichino presto lo spettacolo indecente che soprattutto i tre principali partiti, Movimento 5 Stelle, Pd e Forza Italia, hanno offerto nella preparazione delle liste elettorali. Un vergognoso regolamento di conti fatto di inconfessabili promesse. Per Grillo, Renzi e Berlusconi una settimana da cancellare, da cui esce fuori in tutta la sua forza la mancanza vera dei Partiti, intesi come cerniera con il territorio.

Grillo che, forse per ragioni di carattere economico, prende le distanze dalla sua creatura impegnata in finte parlamentarie on line, Renzi che voleva abolire il Senato ma poi si infila in un collegio, magari per diventarne Presidente, e condiziona ogni movimento a seconda della posizione in lista della signorina Boschi e alla distruzione dei suoi avversari  senza parlare poi dello stesso indomito coraggioso Berlusconi, accerchiato da ogni parte, arrivato alla ridicola designazione come governatore del Lazio di Stefano Parisi: un perdente Giano bifronte, metà milanese e metà romano.

E comunque tutti e tre i leader pronti a fare a sediate con gente perbene pur di garantire posti sicuri a famigli o starlette di turno, dimenticando gli impegni di liste con volti giovani, nuovi e provenienti dalla società civile, accanto ai parlamentari più affermati. Forse è davvero il momento di tornare, come aveva auspicato del resto la Consulta , ai soli capilista bloccati e alle preferenze che almeno servirebbero a selezionare una classe dirigente in seno ai partiti e a creare un collegamento diretto con le istanze locali.

Tutti a dire che questo favorirebbe i signori delle tessere. Ma dovrebbe essere la magistratura a tenere gli occhi aperti sui clan locali, consentendo così alle preferenze di spazzare via i cerchi magici  intorno a quei leader che, con scelte bizzarre, impongono di fatto quasi mille scappati di casa in cerca di stipendio e di qualche comparsata in tv.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.