Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

“Ma mi faccia il piacere” di Marco Travaglio

(MARCO TRAVAGLIO – Fatto Quotidiano 23/04/2018) – Concorrenza sleale. “Mediaset non ha abbastanza cessi per farli pulire a tutti i grillini che dovrebbero farlo”(Filippo Facci, Libero, 22.4). Teme che gli rubino il lavoro.

Delinquenti a fin di bene. “La seconda Repubblica era nata sulle inchieste di Mani Pulite e della stessa procura di Palermo, per cui il pentapartito era stato giudiziariamente dichiarato corrotto al Nord e mafioso al Sud. Le tangenti di Bettino Craxi al Nord e i baci di Giulio Andreotti al Sud. E purtroppo a poco servono le verità storiche, con i denari delle tangenti che dal Psi andarono ai movimenti antifascisti del Sud America e a quelli anticomunisti dell’Est europeo, né le sentenze che sostanzialmente assolsero Andreotti” (Mattia Feltri, La Stampa, 22.4). Naturalmente, sentenze alla mano, nemmeno una lira delle tangenti a Craxi andò a movimenti antifascisti o anticomunisti: finirono tutte a ingrassare Bettino, il prestanome Maurizio Raggio, le amiche Francesca Vacca Agusta e Anja Pieroni e al figlio Bobo. E Andreotti non fu sostanzialmente assolto, ma dichiarato colpevole e prescritto per associazione per delinquere con Cosa Nostra fino alla primavera del 1980. Le Repubbliche passano, le balle restano.

Chi non Mori si rivede. “Io mi devo curare, e curare bene, perché devo vedere morire questa gente… i miei persecutori” (generale Mario Mori, ex comandante del Ros, ex direttore del Sisde, Il Tempo, 22.12.2017). Vedi Palermo e poi Mori.

5Stelle di giudizio. “Sentenza grillina sulla Trattativa” (Giuseppe Sottile, il Foglio, 21.4). “E’ stata una sentenza politica quella di ieri sulla Trattativa” (Massimo Bordin, Il Foglio, 21.4). “Il teorema della trattativa: condannati Dell’Utri e Mori. Sentenza assurda a Palermo” (Mariateresa Conti, il Giornale, 21.4). “Onore a Mori. Sentenza politica” (Il Tempo, 21.4). L’hanno presa benino.

Il sogno. “Se non avessi avuto il vitalizio, quando non ero deputato, probabilmente sarei stato costretto a tornare a vivere con mio padre che ha 97 anni, in attesa di maturare i 67 anni per la pensione. Sarei stato costretto a chiedere l’elemosina davanti a una chiesa. È questo che si vuole oggi dalla politica?” (Gianfranco Miccichè, FI, presidente Assemblea regionale siciliana, Italpress, 18.4). Sì.

La vittima. “Se per assurda ipotesi la sentenza (la condanna di Dell’Utri per la trattativa, ndr) fosse corretta, io sarei parte lesa dei reati che vengono contestati” (Silvio Berlusconi, Corriere della sera, 22.4). Quindi che fa, denuncia Dell’Utri?

Figlie di Putin. “Vladimir Putin mi disse: in Russia abbiamo alcune delle più belle prostitute del mondo” (James Comey, ex direttore dell’Fbi, 19.4). Ma lo diceva solo per far rosicare l’amico Silvio.

Senti chi parla. “Numerose sono le condanne di Travaglio… Anche il condannato Travaglio è delinquente, e per di più recidivo, e per di più contro magistrati” (Vittorio Sgarbi, il Giornale, 20.4). A parte il fatto che le mie condanne definitive sono una (1000 euro di multa a Previti!), è consolante che Sgarbi si indigni per quelli che vengono condannati (in primo grado) per aver diffamato dei magistrati. D’ora in poi prenderò esempio da lui, notoriamente rispettoso verso l’intera categoria.

Canti Orfinici. “Virzì in sezione dà la scossa al Pd. E accusa Orfini: non fare il buttafuori” (Corriere della sera, 18.4). Più che il buttafuori, lo sfollagente.

Fra’ Martina. “Abolire termini come renziani o orlandiani? Sarà fatto, è ora di cambiare linguaggio” (Maurizio Martina, segretario reggente del Pd, Corriere della sera, 18.4). Ora, per non farci mancare niente, arrivano i martiniani.

Gherardescocrazia. “Beh, io sono entrato in Rai con la Tarantola, in un momento di insolita meritocrazia… Se mi vorranno epurare, ebbene, lo facciano” (Costantino della Gherardesca, La Stampa, 25.3). Uahahahahahahah.

Il titolo del mese. “Di chi abbiamo fiducia?” (copertina di Sette-Corriere della sera, diretto da Beppe Severgnini, 29.3). Sicuro, Beppe, che non si dica “in chi abbiamo fiducia”? O sei passato anche tu con Di Maio?

Il titolo della settimana/1. “Berlusconi non fa il servo” (il Giornale, 20.4). Se no poi Sallusti che fa?

Il titolo della settimana/2. “Carceri, Fico apre uno spiraglio” (Il Dubbio, 18.4). Movimento 5 Lime.

Annunci

3 thoughts on ““Ma mi faccia il piacere” di Marco Travaglio

  1. Una condanna penale ok
    Basta consultare wikipedia per vedere quante condanne ha per diffamazione in sede civile. E quanti soldi ha pagato di risarcimenti

  2. Cosi’ per dire…..ma si sa, chi non vuol ricordare…..o popolo smemorato. Sempre grato dr.Travaglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.