Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Fake news: Renzi si costituisce

(Tommaso Merlo) – Renzi si recherà in procura a riferire sul complotto delle fake news. Vuoterà il sacco in quanto super specialista del ramo nonché principale produttore di panzane della storia repubblicana. Una fake news vivente, una fake news con gambe e braccia e soprattutto una linguaccia logorroica che dopo anni di disastri ha ancora il coraggio di piazzarsi davanti a qualche telecamera a farneticare. “Altro che bolla di sapone” – dice il Bomba – “ho molte cose da dire”. Già, deve dire che gli italiani lo hanno cacciato a calci nel sedere non perché ha governato da cani, no, ma perché qualche troll russo ha postato delle fesserie su Facebook. Uno smacco inaccettabile per lui. Il Ronaldo della bufala nostrana che si fa fottere in casa propria da qualche nerd occulto manovrato da Mosca (anche se pare siano di Quarto Oggiaro). Ormai disinnescato, il Bomba è assetato di vendetta. Sostenere che i cittadini abbiano votato in base a fesserie apparse sullo schermo del loro computer e non in base a quello che hanno vissuto sulla propria pelle uscendo di casa alla mattina, è l’ennesima offesa che il regime fallimentare del Bomba Renzi riserva agli elettori che si sono sbarazzati di lui. In realtà, i social media hanno avuto un ruolo terapeutico per gli italiani ed hanno aiutato a far crescere la nostra democrazia. Grazie a internet, i cittadini hanno potuto farsi sentire e sfogarsi come mai prima nella storia, hanno potuto insultare a piacere i politici ciarlatani e corrotti che li hanno oppressi per decenni, hanno potuto denunciare liberamente le magagne di un paese allo sbando e scambiarsi opinioni e coraggio. Un bel sollievo ed un mezzo molto efficacie per frantumare il vecchio regime e girare pagina. In passato, per mandare a quel paese un politico dovevi recarti ad una manifestazione o a un comizio o scrivere lettere e rischiavi pure di finire nei guai. Oggi basta un click e puoi riempire d’improperi qualunque politicante ti stia sulle palle e sfogare la tua sacrosanta rabbia e il tuo salutare disgusto contro qualunque fanfarone si butti in politica. Grazie ai social, l’esasperazione degli italiani non è degenerata oltre la realtà virtuale. E grazie a internet, la protesta è diventata più diretta e quindi democratica. In passato – con i vecchi media – avevano in mano tutto i potenti, sparavano minchiate ai quattro venti senza che nessuno potesse controbattere, nascondevano e manipolavano il dissenso e avevano il monopolio assoluto delle fake news. Oggi invece, politicanti e giornalisti, devono competere nel dibattito pubblico coi cittadini, devo rendere conto appena aprono bocca e se sbagliano vengono giustamente e pubblicamente ricoperti di critiche anche pesanti come nel caso di Mattarella con Savona o quando mentono come Renzi ogni volta che apre bocca. Nessuna lesa maestà ma più partecipazione e quindi democrazia. Il Bomba rosica perché senza i social avrebbe governato più a lungo, le sue fake news avrebbero retto per anni incontrastate e la sua fake persona avrebbe sorvolato i cieli del mondo tra una doccia bollente e un massaggio rilassante sul letto ad acqua della suite presidenziale extra lusso del suo Air Force. E invece se va avanti così per pagarsi il mutuo della villa dovrà addirittura trovarsi un lavoro. Il classico triste destino di ogni cosa fake, fa un sacco di clamore ma dura pochissimo.

4 thoughts on “Fake news: Renzi si costituisce

  1. lui gioca alla playstation con gli amici , vive in quella realtà virtuale, cosa puo capire del mondo reale .. se c era dormiva ,tanto scriveva la boschi , lui è imune dalle sue scelte e frequentazioni, anzi quei suoi familiari inclusoi genitori non sono roba sua : é un povero orfano adottato a sua insaputa da un benigno benefattore .. a cui deve la vita !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.